ERASMUS – Le città migliori dove andare. Scopri la meta più conveniente

Erasmus, un’esperienza unica per gli studenti universitari non solo per imparare nuove lingue e culture ma soprattutto perché arricchisce il curriculum e anche la popolazione mondiale, dall’ultima indagine istat c’è un incremento di nascite tra genitori erasmus. Agli sgoccioli con la scadenza del bando Erasmus 2016 ecco a voi le città elette come le migliori con un occhio anche al portafogli:

image

La Spagna resta sempre in testa come meta con Valencia e Barcellona, bagnate entrambe dal mare e la prima è la città d’origine della paella con locali low cost e appartamenti nuovi per gli studenti. Dalla fine di febbraio fino al 19 marzo ogni anno ha luogo las fallas, festa più importante della città con alcool, fuochi d’artifici e maschere. La seconda è la patria in assoluto della movida e rischia di essere più un’esperienza di divertimento che di studio.

Seconda posizione per il Portogallo con Lisbona e Coimbra,  la capitale si vanta di essere la città più low cost d’Europa con i suoi 372 euro come costo mensile minimo. La stanza in condivisione circa 200 euro, 36 per i trasporti mensili e 24 euro abbonamento mensile internet con traffico illimitato. Coimbra, invece, ha l’università tra le più antiche di Europa, a fine maggio ha luogo la celebre Queima das Fitas durante la quale gli studenti bruciano dei nastri, simbolo delle fatiche che hanno dovuto affrontare durante l’anno accademico, durante l’evento vengono distribuite birre e vino per strada.

Berlino è tra le migliori città per fare l’Erasmus perché ha tutto: ottime università, efficienza e locali notturni. Tra le mete universitarie privilegiate c’è la Humboldt-Universität dove si sono laureati Marx, Hegel e Engels.

Bordeaux, in Francia spopola perché non è né una metropoli né una piccola cittadina, giovedì sera è la serata dove tutti gli universitari escono, ha superato Parigi come meta francese per fare l’Erasmus.

Dublino, in Irlanda patria della Guinness e del Trinity college, tra i 70 istituti al mondo secondo il ranking QS World university. Cosa aspetti ad immergerti nel verde dei parchi irlandesi?

Edimburgo, in Scozia tra festival e musei si può tornare con un bagaglio culturale senz’altro arricchito! Annovera il centro di studi più grande di tutto il Regno Unito, tra i quali ha studiato il creatore di Sherlock Holmes ossia Sir Arthur Conan Doyle.

Lund, in Svezia vi chiederete chi vi ci porta, ebbene la metà degli abitanti di questa città sono studenti ed è stata nominata come “la città delle idee” ed è la prima tra le università svedesi secondo il ranking QS world university.

Utrecht, in Olanda per i ragazzi non è solo la città che ha dato i natali a Marco Van Basten, ha anche l’ateneo più grande di tutta l’Olanda e parlano inglese perfettamente tutti! In inverno sono soliti andare tutti in bici sulla neve tra i canali. Dovresti provare no?

Sono pienamente convinta che a metà articolo hai già preparato la domanda Erasmus e anche i bagagli.

Articoli simili


Elisa Pagana nata a Bronte (Ct) il 05/09/1991 studentessa di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Catania. Fin da piccola il carattere molto estroverso e vivace l’ha portata ad occuparsi di animazione. Appassionata di sport, cultura, viaggi e lingue. Amante della lettura e scrittura. Oltre a collaborare con liveunict, partecipa ogni anno a stage internazionali a sfondo giuridico.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
CORRI CATANIA 2016 – Inizia il countdown, ecco i point dove acquistare le magliette

Se c'è un evento che la città etnea aspetta con impazienza  (dopo Sant'Agata e i suoi dolci)  è, senza alcun...

Chiudi