Erasmus: le dieci migliori città da scegliere

Scegliere di trascorrere un semestre o un anno universitario all’estero è ormai una consuetudine sempre più in crescita tra gli studenti.
Da quando è stato istituito, nel 1987, il programma Erasmus ha permesso a milioni di giovani universitari di viaggiare in più di 30 Paesi ed è un’esperienza che ha segnato e continuerà a segnare chi ne è protagonista.

2015-11-23 22.27.18
E dal 2016 ci saranno novità importanti: il programma si estenderà ai cinque continenti; non solo l’Europa quindi, ma tutto il mondo a disposizione!

Ma quali sono le città migliori, in termini di vivibilità, opportunità e divertimenti?
Qui, ve ne proponiamo dieci.

1. Valencia, Spagna
La Spagna è probabilmente la nazione migliore per andare in Erasmus, e, nel caso in cui andrete a Valencia, sarete doppiamente fortunati!
Città di 800.000 abitanti, bagnata dal mare, sede della vera e originaria paella, clima caldo d’estate e mite d’inverno, tanti locali low cost e soprattutto appartamenti per gli studenti davvero belli, ristrutturati e di grandi dimensioni.
Dal caratteristico Barrio del Carmen, alla nuova città delle Arti e delle Scienze, progettata dell’architetto valenciano Santiago Calatrava, Valencia si considera una città bellissima.
Dalla fine di febbraio al 19 marzo, ogni anno hanno luogo Las fallas, la festa più importante della città, con alcool, maschere e fuochi d’artificio in abbondanza a fare da cornice ad uno spettacolo senza precedenti!

2. Barcellona, Spagna
La città della perdizione della Spagna! Capitale della movida spagnola, che conta 1,6 milioni di abitanti, rischia seriamente di diventare un’esperienza di divertimento più che di studio.
Città sul mare, arricchita dalla genialità dell’architetto Antoni Gaudì, economica come tutta la Spagna, piena di studenti Erasmus da tutto il mondo e soprattutto di locali notturni aperti tutte le sere. Fortunato chi ci finisce!
Gli unici due punti negativi sono la quantità di italiani presenti e la lingua catalana, parlata forse di più del castigliano dagli abitanti di Barcellona.

3. Coimbra, Portogallo
La città portoghese di Coimbra vanta la presenza di una delle più antiche e rinomate università del mondo nella quale hanno insegnato famosissimi letterati e artisti.
È una città perfetta per gli studenti, tanto che a fine maggio ha luogo la celebre Queima das Fitas durante la quale gli studenti bruciano dei nastri, simbolo delle fatiche che hanno dovuto affrontare durante l’anno accademico.
Durante quest’evento vengono distribuite birre e vino per le strade e si tengono tantissime feste all’insegna del divertimento!

4. Berlino, Germania
Nonostante fare l’Erasmus in una capitale sia altamente sconsigliato, Berlino è l’eccezione che conferma la regola.
La capitale tedesca infatti è un paradiso per gli Erasmus: ottime le università, eccellenti i trasporti ed eventi culturali a bizzeffe. Per non parlare poi del divertimento notturno e dei prezzi bassi!
Tra le mete universitarie più frequentate della capitale tedesca c’è la Humboldt-Universität, uno degli istituti più antichi della città. Qui si sono laureati nientemeno che Friedrich Engels, Karl Marx e Georg Hegel.

5. Bordeaux, Francia
Bordeaux non è una piccola cittadina, ma nemmeno una metropoli nella quale perdersi: 200 mila abitanti circa, abituati a vedere tutti gli anni tantissimi studenti da tutto il mondo.
Il giovedì sera è il giorno della settimana dove tutti gli studenti escono per divertirsi. La vita notturna è circoscritta al quartiere di Saint Pierre, nella città vecchia, e alla Quai della Paludate.
E’ considerata la migliore città francese per fare l’Erasmus, più di Parigi: tanti eventi culturali, tante feste e tanto tanto divertimento!

6. Dublino, Irlanda
Centro principale dell’istruzione irlandese con poco meno di 530.000 abitanti. Dublino può contare su tre ottime università: la più antica è la University of Dublin, il cui college è il celeberrimo Trinity, istituito ai tempi di Elisabetta e oggi tra i 70 istituti al mondo sempre secondo il ranking QS World University.
Ad essa se ne aggiungono altri due, la National University of Dublin e la Dublin City University: in queste due sedi le facoltà sono tutte all’interno degli stessi college, dunque la possibilità di socializzare e stringere amicizie è molto più alta che altrove.

7. Lisbona, Portogallo
Clima mite, l’oceano all’orizzonte, il costo della vita sostenibile, i miradouros con viste mozzafiato da cui osservare la città al tramonto.
Città che conta quasi 550.000 abitanti, gode di un clima marittimo, con inverno mitigato dal mare ed estate moderatamente calda, ma ben ventilata.
Lisbona è un mix perfetto tra le qualità care agli studenti di tutta Europa: chi ritorna da un semestre o da un anno di studi qui, torna inevitabilmente un po’ cambiato: che scegliate la Università classica, la Nuova Università o quella Tecnica, la ‘vida portuguesa’ spensierata vi entrerà nel cuore per sempre!

8. Edimburgo, Scozia
Festival, musei, ma anche istruzione di qualità: da Edimburgo potete stare certi di tornare con un notevole bagaglio culturale.
Molto famosa è infatti la sua Università, uno dei centri più antichi di Scozia e tra i più grandi di tutto il Regno Unito, oltre che ai posti alti dei ranking sull’istruzione. Qui hanno studiato diversi personaggi famosi, tra cui il poeta scozzese Sir Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes.
Per uno studente italiano in Erasmus sarà possibile vivere mesi da sogno, tra sport center con iscrizione pressoché gratuita, corsi di lingua compresi nel piano di studi e una vita in campus che in Italia, a parte casi rari, possiamo soltanto immaginare!

9. Lund, Svezia
La metà degli 82.000 abitanti di Lund sono studenti: questa notizia potrebbe bastare ai più per fare immediatamente i bagagli e partire per un Erasmus a Lund.
In più , se non fosse abbastanza, bisogna aggiungere che questa città svedese è talmente famosa per la sua università da essere stata soprannominata la “città delle idee”.
Secondo il ranking 2014-15 della classifica QS World University Rankings è al 60esimo posto, prima tra le università svedesi: provare per credere!

10. Utrecht, Olanda
Con i suoi canali, le biciclette ad ogni angolo, l’architettura maestosa, Utrecht è una delle perle d’Olanda. Il centro della città è dinamico e molto attivo, specialmente per la presenza di vari musei, teatri e scuole d’arte.
L’università, con i suoi 25 anima letteralmente la vita della città. E’ il più grande ateneo di tutti i Paesi Bassi.
Ognuna di queste città possiede delle proprie caratteristiche diverse tra loro. Sta a voi capire il posto perfetto dove trascorrere i mesi più entusiasmanti della vostra vita, o perché no, in cui fermarsi a vivere!

Articoli simili

Advertisement

Leggi articolo precedente:
CATANIA – A Economia convegno su innovazione hi-tech e marketing emozionale

Figurano tra i trend tecnologici del 2016 per il mondo business: la realtà virtuale e la realtà aumentata rappresentano la...

Chiudi