Catania

Catania, continua l’insistenza dei lavavetri: interviene la polizia

polizia
Lavavetri molesti a Catania: esigevano denaro al semaforo in via Vincenzo Giuffrida a seguito del lavaggio del vetro non richiesto.

A Catania due lavavetri stranieri sono stati tratti in arresto dalla polizia dopo aver perpetrato comportamenti molesti a danno degli automobilisti. I due individui si erano posizionati strategicamente al semaforo di via Vincenzo Giuffrida, dove costringevano gli automobilisti a subire il lavaggio del parabrezza, esigendo poi un pagamento per il servizio non richiesto. Questo comportamento ha causato notevoli disagi alla circolazione stradale, disturbando non solo gli automobilisti ma anche i pedoni che transitavano nella zona.

A seguito delle numerose segnalazioni, la polizia è intervenuta prontamente sul posto. Alla vista degli agenti, i due stranieri hanno tentato di darsi alla fuga, ma sono stati rapidamente bloccati e arrestati. Attualmente, i due si trovano in stato di custodia in attesa di giudizio. Se riconosciuti colpevoli, potrebbero affrontare una pena che va dai tre ai sei anni di carcere, oltre a dover pagare un’ammenda compresa tra i 3000 e i 6000 euro.