News Sicilia

Prevenzione incendi 2024: sanzioni per i proprietari di terreni negligenti

incendio-sterpaglie
Foto d'archivio.
Iniziata l'attività di prevenzione degli incendi per l'estate 2024, che prevede sanzioni per i proprietari di terreni negligenti.

Ad Acireale è iniziata l’attività di prevenzione degli incendi per l’estate 2024. Il sindaco Roberto Barbagallo, infatti, ha firmato un’ordinanza che obbliga a provvedere agli interventi di pulizia entro l’1 maggio e amplia le fasce portandole a 20 metri dai punti sensibili e dalle strade del centro cittadino e a 10 metri da terreni confinanti e strade.

Si sta procedendo dunque con le diffide e le sanzioni a tutti coloro che ancora non si sono occupati della pulizia dei propri terreni che diventano possibili propagatori di incendi. “Proviamo a fronteggiare l’emergenza incendi attraverso la prevenzione, che è l’unica arma che abbiamo a disposizione – ha detto Barbagallo -. Chiedo alla cittadinanza di collaborare, facciamo tutti il possibile affinché non si ripeta la situazione drammatica dello scorso anno”.

La direttiva regionale richiede che i Comuni indentifichino entro l’1 giugno i terreni incolti, sanzionando e diffidando gli inadempienti. La mappatura realizzata sarà poi inviata all’assessorato alle Risorse agricole che, attraverso il Corpo forestale, avvierà azioni di ripristino ambientale. “L’amministrazione si riserva comunque di avviare rapidamente tutte le azioni sostitutive in danno in caso di terreni che destino particolari preoccupazioni perché vicine al centro o a punti sensibili – ha detto ancora il primo cittadino -. Abbiamo creato una task force composta da dipendenti dei settori Polizia locale, Protezione Civile e Ambiente che si occuperanno di verificare il rispetto dell’ordinanza, e che si avvarrà del supporto di due droni“.


Sicilia in emergenza: Governo approva stato di crisi idrica