Attualità

Ecobonus 2024: a chi spettano gli incentivi

ecobonus-2024
Ecobonus 2024: di seguito un'utile guida riguardante gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche, ibride e termiche.

Ecobonus 2024: presto i nuovi contributi per l’acquisto di auto elettriche, ibride e termiche. Gli incentivi, infatti, dovrebbero essere operativi entro la fine di maggio. Di seguito i dettagli.

Ecobonus 2024: di cosa si tratta

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy mette a disposizione questo bonus al fine di incentivare l’acquisto di veicoli non inquinanti. Nello specifico, si parla dei seguenti mezzi:

  • auto elettriche, ibride e a motore termico con un livello di emissioni fino a 135 gr/km di CO2;
  • motocicli e ciclomotori elettrici e non elettrici di Classe di omologazione uguale o superiore a Euro 5;
  • veicoli commerciali elettrici.

Ecobonus 2024: a chi è dedicato?

Il contributo è pensato per le persone fisiche o giuridiche che intendono acquistare veicoli non inquinanti. Il concessionario si occuperà poi di prenotarlo, ricevendo conferma in base alla disponibilità del fondo.

Le categorie dei veicoli coinvolti

Il bonus è applicabile a diverse categorie di veicoli, compresi gli M1 per il trasporto di passeggeri con emissioni di CO2 fino a 135 g/km, e con prezzi di listino inferiori a 35.000 euro per alcune fasce di emissioni specifiche. Anche i veicoli della categoria Le, come ciclomotori e motocicli, sono inclusi, purché nuovi di fabbrica e che rispettino determinati standard di emissione.

Senza rottamazione, si offre un incentivo di 6.000 euro per veicoli con emissioni fino a 20 g/km e 4.000 euro per quelli fino a 60 g/km. Il bonus aumenta rottamando veicoli più inquinanti, come quelli con standard Euro 4, 3, 0, 1 o 2, fino a un massimo di 11.000 euro per le emissioni fino a 20 g/km.

Cosa cambia in caso di basso reddito

Per questi incentivi è prevista una soglia di prezzo massimo del modello acquistabile, Iva esclusa, fissata a 35mila euro nelle fasce di emissione 0-20 e 61-135 e a 45mila euro in quella intermedia 21-60. Nel caso delle prime due fasce di emissione scatta la maggiorazione del 25% per singoli componenti di un nucleo familiare con Isee sotto 30mila euro, arrivando quindi fino a un massimo di 13.500 euro per le auto elettriche

Chi ha un reddito basso, però, può accedere al bonus anche rottamando un Euro 5. Inoltre, se si acquistano auto usate Euro 6 dal valore non superiore ai 25 mila euro (Iva esclusa), nel caso di contestuale rottamazione di un veicolo fino alla classe Euro 4 di proprietà da almeno 12 mesi, l’incentivo è di 2.000 euro, con una dotazione complessiva di 20 milioni.


Bonus Donne 2024: cos’è e a chi spetta l’incentivo