Catania

Catania, chiuso centro scommesse: era ritrovo di pregiudicati

polizia-divisa
Il Questore ha previsto la sospensione dell'attività per un centro scommesse a Catania: è ritrovo abituale di pregiudicati.

L’attività di un centro scommesse a Catania è stata sospesa su provvedimento del Questore di Catania, Giuseppe Bellassai. Si tratta di un’attività sita in via Plebiscito, per la quale è stata imposta la chiusura temporanea di 7 giorni. Il provvedimento è scaturito dai controlli negli esercizi pubblici della città, al fine di verificare il rispetto della normativa di settore. Allo stesso tempo, si mira a controllare le persone che li frequentano per prevenire i reati e contrastare criminalità e illegalità diffusa.

Dalle indagini è risultato che all’interno dell’attività si riunivano diversi clienti con precedenti giudiziari e di polizia. In particolare, alcuni erano anche noti per reati di particolare gravità e allarme sociale.

Sulla base dei controlli, soprattutto in merito all’abituale frequentazione da parte di soggetti con precedenti di polizia, il Questore di Catania ha disposto la chiusura temporanea dell’attività. Ad apporre i sigilli all’esercizio sono stati i poliziotti del Commissariato Centrale.

Infatti, secondo l’articolo 100 T.U.L.P.S., il Questore può chiudere per un periodo determinato “un esercizio (…) che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate”.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Il provvedimento adottato ha lo scopo di garantire l’ordine e la sicurezza dei cittadini e soprattutto le legittime aspirazioni a vivere in una comunità sicura, nonché di tutelare tutte quelle attività economiche che rispettano le regole. Inoltre, ha un’efficacia deterrente nei confronti di persone ritenute pericolose, private di un luogo di abituale aggregazione ed avvertiti che la loro presenza in tale luogo è oggetto di attenzione da parte delle autorità.

Le attività di controllo sugli esercizi commerciali proseguiranno al fine di garantire il pieno rispetto delle regole a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.


Incidente in Sicilia, scontro tra tir e 2 auto: un ferito in codice rosso

Omicidio nel Catanese: assassino tenta di scappare in Francia