Catania

Catania, gruppo di ultras assalta pullman dei tifosi del Pescara: identificati e fermati

Un gruppo di sostenitori rossazzurri ha atteso il passaggio del bus con a bordo i tifosi del Pescara con lancio di fumogeni e bombe carta.

Durante la pre-partita di Catania-Pescara, match valido per i quarti di finale di Coppa Italia di Serie C, si sono registrati momenti di tensione all’esterno dello stadio Angelo Massimino. Le due tifoserie sono entrate in contatto e questo ha causato diverse violenze e tafferugli. Episodi che nella città di Catania non si vedevano già da anni e che hanno riportato alla memoria una delle pagine più tragiche vissute dai tifosi catanesi.

Un gruppo di ultras rossazzuri ha assaltato in via Ala il bus con a bordo i tifosi del Pescara, attesi allo stadio con ingresso ritardato come da procedura di sicurezza, lanciando fumogeni e bombe di carta. Uno dei finestrini del bus è stato rotto e il mezzo ha subito vari danneggiamenti.

Sul posto sono intervenuti gli agenti di Polizia in assetto antisommossa e il personale Digos, riuscendo a fermare l’aggressione e a impedire ulteriori conseguenze. Le forze dell’ordine sarebbero riuscite a identificare alcuni aggressori e si registrano già dei fermati.


Catania, ragazza tenta suicidio da tetto di struttura ricettiva: salvata dalla Polizia