Attualità

Covid, Figliuolo: “I vaccini servono per la libertà e la vita di tutti”

figliuolo
Sono rincuoranti le parole del commissario Francesco Paolo Figliuolo durante una sua visita a Palermo riguardo all'effettiva efficacia della somministrazione del vaccino, con la prospettiva di una guadagnata libertà.

Durante una visita a Palermo il commissario Francesco Paolo Figliuolo, inizia un discorso affermando: ”Sono contento che in Sicilia, dove la Regione sta facendo un gran lavoro, i dati sui vaccini stiano migliorando: all’inizio c’è stata un po’ di diffidenza”. Spiegando durante il dialogo con una paziente dell’Ismett come la situazione contagi da covid-19 stia vedendo un po’ di luce, dopo i periodi di diffidenza di molti nei confronti delle vaccinazioni con l’ annesso aumento dei contagi. Nella stessa giornata infatti è stata somministrata la terza dose a dei pazienti trapiantati, definiti come soggetti a rischio.

“Per motivi storici in Sicilia chi viene da fuori viene sempre visto come quello che viene a imporre qualcosa – dichiara il Commissario Figliuolo -. Ma i vaccini servono per la libertà e la vita di tutti. Io dico che la Regione sta facendo un lavoro straordinario. Lancio un accorato appello a tutti coloro i quali in questo momento sono esitanti, chiedete ai medici, agli infermieri e a chi ha ancora sulla pelle gli effetti del Covid. Qui non si tratta di obblighi o non obblighi, ma di salute pubblica e salute individuale”.

Successivamente alla visita all’Ismett, il commissario si è recato all’hub della Fiera del Mediterraneo, dove al suo arrivo è stato sorpreso dalla presenza di all’incirca 10 manifestanti con uno striscione il mano con scritto ” Lotta di popolo contro il green pass ”. Un’affermazione che fa ben capire, la totale disapprovazione da parte di questi soggetti per la campagna vaccinale, e quindi per l’annesso obbligo di green pass nei luoghi al chiuso esposto in questi giorni.

A tal proposito in compagnia del sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il commissario per l’emergenza Covid di Palermo Renato Costa sono state di conforto le parole dello stesso commissario Figliuolo. ”Qui in Sicilia è stato fatto un grande lavoro di squadra – dichiara Figliuolo –  che è quello che ho sempre immaginato quando ho elaborato il piano nazionale. Spesso dite che la Sicilia è ultima nelle graduatorie, io dico che la Sicilia è partita in un certo modo ma oggi vedo una eccezionale organizzazione. Il tempo è galantuomo, se i siciliani continueranno ad avere fiducia vedrete che la Sicilia nel giro di poco si porterà alla pari delle altre Regioni, anzi anche meglio”. 

“I vaccini ci sono, dobbiamo fare opera di convincimento, questo lo chiedo anche alla stampa. Il vaccino è l’unico modo per ritornare liberi, per toglierci le mascherine, parlare e prendere il caffè – ha aggiunto – Dico grazie alla Sicilia, voglio complimentarmi per un lavoro davvero ben fatto”.

“I vaccini ci sono – conclude Figliuolo – ne ho parlato col ministro Speranza, tutti i presidenti di Regione sono pronti anche per partire con la terza dose per i residenti delle Rsa, gli over 80 e per il personale sanitario: questo non appena il Cts ci darà il via libera, se ci dicono che bisogna dare la terza dose, che è un richiamo, alle altre fasce d’età lo faremo: è una decisione che prenderà la scienza”.

 

Speciale Test Ammissione