Catania

Etna, ancora un parossismo dal cratere di Sud-Est: fontane di lava e cenere

Ancora un parossismo dell'Etna nella giornata di domenica 4 luglio 2021. Continuano le spettacolari fontane di lava ed emissioni di cenere. Nessun disagio in aeroporto.

L’Etna non si arresta e continua con le sue fontane di lava e colate spettacolari, contribuendo a infuocare le già caldissime giornate di luglio. Ieri pomeriggio un nuovo evento parossistico dal cratere di Sud-Est dell’Etna con fontana di lava, violenti boati e l’emissione di un’alta nube eruttiva che si disperde in direzione est-sud-est.

Presenti anche due trabocchi lavici che hanno interessato il settore di sud-ovest e quello di nord-nord-est, con quest’ultimo che avanza nella parte alta della Valle del Bove.

L’ampiezza media del tremore vulcanico rilevata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio Etneo (Ingv-Oe) di Catania si è attestata su valori elevati con tendenza ad ulteriore incremento. Il centroide delle sorgenti del tremore vulcanico era localizzato nell’area del cratere di Sud-Est a circa 2.900-3.000 metri sul livello del mare.

L’Ingv ha emesso un’allerta (Vona) ‘rosso’ per l’aviazione, ma l’aeroporto internazionale di Catania è rimasto operativo.