Catania

Catania, scoperta discoteca abusiva in una villa: multe per 26 persone

covid-19 party
A Catania, alcuni soggetti continuano a non rispettare le norme anti-Covid che l'emergenza sanitaria e la zona arancione impongono. Nello specifico, è stata organizzata una festa abusiva all'interno di una villa.

L’evento vede protagonisti dei cittadini di nazionalità romena, insieme a un catanese con numerosi precedenti, che, nella notte del 25 aprile, hanno organizzato una festa in una villetta alle porte di Catania, trasformata per l’occasione in una “discoteca abusiva”. 

Secondo le ultime indiscrezioni, dopo le ore 22, i ventisei partecipanti si sarebbero riuniti e avrebbero iniziato a far festa con musica ad alto volume e alcool. L’evento è stato fermato dalle Fiamme Gialle, intervenute tempestivamente. I coinvolti sono stati identificati e tutti sanzionati per 400 euro (ciascuno) per violazione norme anti-Covid.

Inoltre, grazie alla perquisizione condotta delle unità cinofile antidroga, sono state ritrovate e sequestrate tre sciabole “katana” lunghe più di 60 centimetri.

Il proprietario, oltre che l’organizzatore dell’evento, è stato denunciato alla Procura della Repubblica etnea per apertura di luogo pubblico e detenzione abusiva di armi, oltre ad essere stati sequestrati birra, alcool e strumenti informatici: computer, mixer, casse audio e amplificatori.

In generale, la Guardia di Finanza etnea ha collaborato per controlli interforze con 77 pattuglie: 28 persone su 425 cittadini sono stati sanzionati per mancata motivazione che comprovasse la loro presenza al di fuori della propria abitazione; mentre sono stati controllati 74 esercizi commerciali risultati in regola con le norme vigenti.