Catania

Coronavirus Catania, salgono i contagi: verso una stretta per Ferragosto?

falò di ferragosto
In Sicilia il numero di contagi è tornato a salire. Il nuovo clima d'incertezza porta all'annullamento di attesissime manifestazioni: il Ferragosto condividerà la stessa sorte?

I siciliani pensavano d’essersi ormai lasciati alle spalle i brutti ricordi legati al Coronavirus. Sin dallo scorso 4 maggio la vita, seppur con moltissime limitazioni, è lentamente ripresa. Ad oggi, 10 agosto 2020, sembra quasi che l’esistenza del Covid-19 sia ricordata solamente dalla sporadica presenza di qualche mascherina sul viso.

Eppure, per quanto ci si sforzi di dimenticarsi di uno dei periodi più traumatici della storia d’Italia, sull’Isola il timore di tornare al punto d’inizio si fa, in quest’ultimo periodo, ogni giorno più presente. Questo perché, dopo un periodo di relativa pace, i contagi sono irrimediabilmente tornati a salire, con quasi 30 nuovi casi al giorno. E Catania, ora come allora, si sta rivelando la provincia più colpita.

Festeggiamenti estivi di Sant’Agata annullati

A fronte di questa difficile situazione, le autorità stanno prendendo le decisioni più drastiche. Una di queste, tanto discussa ma tanto necessaria, è stata la scelta di annullare i festeggiamenti estivi di Sant’Agata. Come spiegato da Riccardo Tomasello, Presidente del Comitato Festeggiamenti Agatini, la notizia viene data “con rammarico, ma sento insieme al comitato dei festeggiamenti la responsabilità di salvaguardare la salute pubblica”.

Chiudono le spiagge del Ragusano

Nel frattempo, visto il trend in continua salita, anche il resto della Sicilia, divenuta ormai regione con il più alto indice di contagio d’Italia, comincia a prendere dei seri provvedimenti. Nel ragusano, ad esempio, si è scelto di chiudere le spiagge sia per San Lorenzo che per la notte di Ferragosto: le spiagge di Marina di Modica, Maganuco e Scicli saranno chiuse e sorvegliate dalle forze dell’ordine nelle notti dal 10 al 14 agosto.

E a Catania?

I catanesi, consapevoli di essere abitanti della provincia con più contagi dell’Isola, cominciano ora a temere: le spiagge verranno chiuse? Il Ferragosto, perciò, potrebbe essere ridimensionato? O peggio, annullato? Il primo campanello d’allarme lo ha lanciato la presenza di un minorenne positivo in una festa proprio in uno dei lidi della Playa: potrebbe essere dunque lo sprone ad una decisione definitiva, difficile da digerire?

Naturalmente, al momento si tratta solo di supposizioni. Ad oggi, giorno di San Lorenzo, non vi sono comunicazioni ufficiali. Il livello di allerta personale, ad ogni modo, deve andare al di là delle comunicazioni da parte delle autorità. Il rischio, infatti, è dietro l’angolo: chi non rispetta le regole imposte dal personale sanitario, potrebbe essere inconsapevolmente il prossimo contagiato. Ferragosto si farà, almeno per il momento: i catanesi sapranno trascorrerlo all’insegna della sicurezza?

A proposito dell'autore

Cristina Maya Rao

Nata a Catania il 23 Aprile del 1997, frequenta il terzo anno della facoltà di Lingue e Culture Europee, Euroamericane ed Orientali. Musicista dall'animo rock, viaggiatrice senza sosta ed amante di ogni espressione dell'arte, muove in LiveUniCT i primi passi per realizzare uno dei più grandi sogni della propria vita: diventare una giornalista. Ama scrivere di musica, arte, astronomia ed eventi; è quasi sicuro che agli eventi di cui parlerà, in un modo o nell'altro sarà sempre presente.

Rimani aggiornato