Scuola

Concorso scuola: bandi pronti, ma le prove potrebbero slittare

concorso scuola 2020
Preso i bandi del concorso scuola: è quanto previsto dall'ultimo Decreto Scuola, ma la selezione potrebbe anche essere effettuata su basi curriculari.

Concorso scuola


Concorso scuola: è stato varato il Decreto Scuola contenente le misure per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso: il bando per primaria e infanzia e per la secondaria potrebbero essere banditi a breve, ma le prove non potrebbero essere sostenute fino all’estate.

Concorso Scuola: si attende il CSPI

Il provvedimento è stato bandito il 6 aprile dal Consiglio dei Ministri e permetterebbe al ministero di bandire i due concorsi nel pieno dell’emergenza sanitaria.In una prima bozza del decreto era stata esclusa la possibilità di attendere il parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) intorno alla pubblicazione dei bandi stessi – con la giustificazione dell’emergenza – tuttavia, si è poi deciso nel testo definitivo di concedere un termine di 7 giorni al CSPI per esprimere la propria opinione ufficiale a riguardo. Si attende perciò l’esito della consultazione prima di poter garantire che i concorsi saranno effettivamente banditi in questo periodo di instabilità.

Concorso scuola per soli titoli

Anche se i bandi potrebbero uscire a breve, è quasi da assicurare la modifica delle procedure concorsuali: infatti,  in un secondo dispositivo varato nella stessa giornata dal Consiglio dei Ministri, “lo svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso al pubblico impiego, ad esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, sono sospese per sessanta giorni a decorrere dall’entrata in vigore del presente decreto“.

Di conseguenza, il ministero potrebbe decidere di bandire i concorsi durante l’emergenza sanitaria, ma di modificarne drasticamente le procedure, trasformandoli in competizioni per soli titoli, svolti come previsto nel dispositivo appena citato. In questo modo sarebbe possibile  avviare il prossimo anno scolastico con nuovo personale di ruolo. Tale proposta è stata avanzata da più parti sindacali e politiche soprattutto per quel che riguarda il concorso straordinario, il quale riguarda docenti aventi già almeno tre annualità di servizio svolte tra l’a.s. 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20.

Leggi anche: Concorso scuola: possibili rinvii per il Coronavirus?