Catania

Etna, Behncke (INGV): “L’attività sismica è diminuita, ma non si è arrestata”

Foto di repertorio
Dopo la paura degli scorsi giorni, l'Etna sembra essersi placata ma gli esperti stanno monitorando la situazione. Ecco l'aggiornamento del vulcanologo Boris Behncke.

Lo sciame sismico di questi giorni e,  in particolare, la forte scossa di terremoto avvenuta il giorno di Santo Stefano hanno seminato paura nella zona del catanese. Sono passati giorni dalle scosse causate dall’attività eruttiva del vulcano Etna ma gli abitanti delle zone colpite stentano ancora a star tranquilli. Si tratta di un brutto ma ormai lontano ricordo o di un fenomeno destinato a ripetersi?

Secondo l’esperto vulcanologo Boris Behncke l’attività sismica nell’area etnea non si è arrestata ma è solo notevolmente diminuita. “Ufficialmente, lo sciame sismico è ancora in corso – precisa Behncke – anche se ormai con pochi e piccoli eventi. Occorre ricordare che viviamo su uno dei vulcani più attivi del mondo, e se una cosa è certa, è questa: ogni volta, appena finita un’eruzione, l’Etna comincia subito a preparare la prossima.”

Università di Catania