Cronaca

CATANIA – Sanzionati e allontanati 18 parcheggiatori abusivi nel centro città

Nella giornata di mercoledì 26 aprile, gli agenti del del Commissariato Borgo-Ognina in collaborazione con il Reparto Annona e Sicurezza Urbana della Polizia Locale hanno effettuato diversi controllo per il contrasto del dilagante fenomeno dei parcheggiatori abusivi a Catania

Sono state irrogate le sanzioni previste dal nuovo decreto che prevede disposizioni urgenti in materia di sicurezza nelle città. Si tratta di una normativa che ha l’obiettivo di sanzionare chiunque, e tra questi i parcheggiatori abusivi, ponga in essere condotte tali da arrecare disturbo alle persone in transito in determinati luoghi dei centri urbani, come ad esempio nei pressi delle ferrovie, aeroporti, aree di trasporto pubblico- metropolitana ecc.

Nello specifico, i controlli sono stati effettuati nelle zone di Piazza del Tricolore, Piazza Turi Ferro (ex Spirito Santo), Via S. M. Betlemme , via Gambino, via Artale Alagona, Piazza Europa, via Puccini, via Emanuele Da Bormida e via Guido Gozzano (di fronte l’Ospedale Umanitas). A tal proposito sono stati identificati 18 parcheggiatori ai quali è stata comminata una sanzione amministrativa pari a 1000 euro ed è stato emesso l’ordine di allontanamento dal luogo in cui hanno esercitato abusivamente l’attività. La mancata osservanza di quest’ultimo ordine comporterà il raddoppio della sanzione amministrativa già comminata.

La città di Catania e i cittadini sembrano avere a cuore questo problema, ormai per alcuni diventato un dato di fatto all’ordine del giorno. Diverse, infatti, sono le lamentele degli automobilisti che ogni giorno parcheggiano nelle zone “rosse” e che ogni giorno devono scontrarsi con i parcheggiatori abusivi. La tattica è sempre la stessa: chiedere un “pizzo” per aver garantito la sicurezza della macchina. Purtroppo non ci sono limiti di età per questo tipo di “imbroglio”. Che siano studenti o lavoratori, chi parcheggia deve prima controllare se vi è la presenza di un parcheggiatore abusivo. Se qualcuno prova a contraddire, la vendetta è quella dello sfregio della macchina, nelle minori delle ipotesi.

Si spera che questo sia solo un passo verso la lunga camminata verso la legalità.