Cronaca

Rave party abusivo in una città siciliana: la polizia blocca tutto

Una rave party, organizzato e diffuso tramite i social, la cui location è un vecchio casale di campagna non recintato (i cui proprietari sono degli anziani che abitano in città) e durante il quale irrompe la polizia fermando tutto. Sembra la trama di un film ed invece è quello che è avvenuto tra sabato e domenica nel ragusano.

Lo scorso weekend la polizia di Vittoria è infatti riuscita ad individuare un rave che si svolgeva in contrada serra San Bartolo, vicino al Parco extraurbano del comune. Il sito non è nuovo a questi eventi: le forze dell’ordine erano infatti già intervenute per bloccare un’altro rave nell’agosto del 2015.

Dei quattrocento partecipanti provenienti da ogni angolo della Sicilia, una trentina sono stati sorpresi mentre fumavano cannabis mentre 56 sono state le persone identificate: tra questi i due organizzatori che avevano noleggiato da una ditta di Vittoria l’impianto per produrre energia elettrica ed alimentare gli amplificatori che hanno diffuso la musica ad altissimo volume.

Sul web è possibile trovare ancora le immagini della “festa” riprese dagli stessi partecipanti al rave party: un video mostra la folle corsa per le strade sterrate di Serra San Bartolo dove già altri ragazzi si erano accampati e riprende le diverse fasi della festa durante la notte e la giornata successiva.

Rimani aggiornato