Lavoro, stage ed opportunità

LAVORO – Dal Ministero della Giustizia arriva un bando per 1000 posti di lavoro

Un piano di assunzioni straordinario sta per essere realizzato dal Ministero della Giustizia. Infatti, tramite concorso pubblico, sono aperte le porte dei tribunali per personale amministrativo non dirigenziale.

I tribunali italiani, denunciando carenza di personale amministrativo non dirigenziale, sono pronti ad assumere 1000 aspiranti cancelliere a tempo indeterminato. Dopo aver superato il concorso, il neo-cancelliere svolgerà attività lavorativa di 36 ore a settimana presso uffici privati, uffici giudiziari, Corti d’Appello, Procure o Giudici di pace e può salire di grado fino al ruolo di Dirigente di Cancelleria.

Le mansioni che svolgeranno i cancellieri saranno quelle di assistenza e collaborazione al giudice. Più precisamente:

  • redigere e sottoscrivere i verbali e i registri delle cause;
  • aggiornare e ordinare i fascicoli;
  • pianificare tutto il materiale indispensabile in aula per il corretto svolgimento dei processi con autenticazione degli atti;
  • tenuta dei fascicoli;
  • ricevere le istanze dagli avvocati e riordinarli.

I requisiti essenziali per diventare cancelliere sono la laurea in giurisprudenza, scienze sociali o economia e commercio. Sono richieste anche competenze informatiche (come minimo la conoscenza del pacchetto Office e di Windows). Gradita anche la conoscenza di una o più lingue straniere e una pregressa esperienza come archivista.

Per poter partecipare al concorso pubblico è necessario attendere l’uscita del bando che avverrà nei prossimi giorni e prima della fine del mese di settembre. Pubblicheremo immediatamente il bando con tutte le informazioni relative non appena sarà reso disponibile.