Attualità News Politica Società

La granita siciliana e il suo rito: una mostra interattiva la celebra

Domenica 20 dicembre, alle ore 17, sarà inaugurata la mostra interattiva “Dalle Neviere e nevaroli di Sicilia alla Storia della granita siciliana” presso il museo di Trecastagni, ex Chiostro di San Francesco (piazzale Vecchio Municipio 1), promossa dall’Assessorato dei beni culturali e dell’identità siciliana con il patrocinio del Comune di Trecastagni e visitabile fino al 31 dicembre 2015.

2015-12-19 17.07.28

Un tuffo nel passato per conoscere e scoprire nel dettaglio la storia della Granita Siciliana artigianale, i suoi personaggi, il territorio, le materie prime. Un percorso espositivo che nasce dalla collaborazione tra la startup innovativa “Interactivia” e “Progetti Collaterali”, società organizzatrice del Festival Nivarata – il rito della Granita Siciliana che si svolge ogni anno a inizio estate ad Acireale e coinvolge gelatieri, artisti e artigiani in un progetto di valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità.

La mostra interattiva “Dalle Neviere e nevaroli di Sicilia alla Storia della granita siciliana”, sarà inaugurata domenica 20 dicembre, alle ore 17, presso il museo di Trecastagni, ex Chiostro di San Francesco (piazzale Vecchio Municipio 1), promossa dall’Assessorato dei beni culturali e dell’identità siciliana con il patrocinio del Comune di Trecastagni e visitabile fino al 31 dicembre 2015.

Otto spazi a cura di Tiziana Privitera che, con strumenti tradizionali e tecnologie innovative nel campo della visualizzazione dei contenuti, coinvolgeranno i cinque sensi favorendo così un approccio comunicativo-culturale con il patrimonio identitario siciliano e sensibilizzando le nuove generazioni su un mestieri antichi fatti di personaggi storici e strumenti artigianali.

Il visitatore sarà trasportato in un contesto dove potrà ammirare pezzi storici e fotografie, leggere testi descrittivi e curiosità, vivere un’esperienza unica attraverso i cinque sensi – spiega la curatrice della mostra Tiziana Privitera – L’allestimento è caratterizzato dall’utilizzo di materiali tipici della tradizione, come ad esempio antichi pozzetti da trasporto, mantecatori manuali a refrigerazione con ghiaccio e sale, arnesi da lavoro, paglia, sacchi in juta, che, partendo dagli antichi Nivaroli, richiamano ai personaggi e agli strumenti che hanno fatto la storia della Granita Siciliana”.
Diverse istallazioni interattive daranno luogo a una stimolazione sensoriale che può essere visiva, attraverso videocamere che rilevano i movimenti, luci, monitor, proiettori, macchine del fumo;

  • olfattiva, grazie a speciali diffusori di essenze;
  • sonora, attraverso altoparlanti;
  • tattile, attraverso l’uso di dispositivi di movimento o sensibili al tatto come display, semplici bottoni.

In una stanza polisensoriale interattiva grazie all’utilizzo della tecnica delle “interactive videoprojection” sarà ricreato uno scenario virtuale dove i visitatori, semplicemente passeggiando all’interno della stanza, potranno interagire con le proiezioni rivivendo cosi le sensazioni che avrebbero provato all’esterno.

E poi, in programma i laboratori dedicati alla realizzazione della granita fatta a mano: si procederà insieme al pubblico alla preparazione della “salamoia”, miscela eutettica utile alla realizzazione della granita, e si realizzerà la granita nell’apposito pozzetto immerso nel ghiaccio e sale, fino a farla degustare al pubblico presente, facendo vivere un’esperienza indimenticabile e fuori dal tempo.

All’inaugurazione della mostra interverranno Carlo Vermiglio, Assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Gaetano Pennino, Dirigente Generale Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Anthony Barbagallo, Assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Giovanni Barbagallo, Sindaco del Comune di Trecastagni, Fulvia Caffo, Soprintendente per i Beni culturali e ambientali di Catania, Giuseppe Castiglione, Sottosegretario Ministero Politiche agricole, alimentari e forestali, Luigi Messina, Responsabile Unico del Procedimento, Tiziana Privitera, Curatrice della Mostra, Gaetano Santoro, per E-Media s.p.a, Gabriele Santoro per Interactivia, Vincenzo Pappalardo, per Progetti Collaterali s.r.l.s.

Orari apertura:
da lunedì a venerdì ore 09.00 – 13.00
domenica ore 09.00 – 13.00 / 16.00 – 20.00
con visite guidate alle ore 09.30 e solo la domenica anche alle ore 16.30

CHIUSA il 25 e 26 dicembre

I laboratori con la realizzazione della granita fatta a mano si realizzano su prenotazione
da parte di gruppi con minimo 10 persone. Per prenotare visitare il sito internet www.minng.it