Attualità News Politica Scuola Società

Sì del Senato alla riforma Buona scuola. Giannini: “Provvedimento importante per governo e Paese”

Foto Roberto Monaldo / LaPresse 14-01-2014 Roma Politica Scelta Civica presenta proposta per Legge Elettorale Nella foto Stefania Giannini (segretario Scelta Civica)Photo Roberto Monaldo / LaPresse 14-01-2014 Rome (Italy) Scelta Civica party shall present a proposal for the Electoral Law In the photo Stefania Giannini

Foto Roberto Monaldo / LaPresse 14-01-2014 Roma Politica Scelta Civica presenta proposta per Legge Elettorale Nella foto Stefania Giannini (segretario Scelta Civica) Photo Roberto Monaldo / LaPresse 14-01-2014 Rome (Italy) Scelta Civica party shall present a proposal for the Electoral Law In the photo  Stefania Giannini

Notizie sul fronte dell’Istruzione. Ieri a Palazzo Madama, si è votata la fiducia per la riforma della Buona Scuola. “Il Senato ha detto sì a un provvedimento importante per governo e Paese. La buona scuola punto di partenza per costruire rilancio istruzione”: è il tweet del ministro Giannini, che si è rivelata molto soddisfatta della votazione.

Primo ostacolo superato per  il maxiemendamento che ha avuto la fiducia del senato, con 159 voti favorevoli e 112 contrari. Non sono però mancate le proteste in aula.

Sembrerebbe quasi realtà il piano che prevede 100 mila assunzioni e che istituisce il super preside, che potrà scegliere e valutare i docenti. Ma adesso la proposta arriverà il 7 luglio alla Camera.
Ieri in tremila tra docenti e studenti hanno sfilato per le strade di Roma, manifestando contro la Riforma.  Anche in aula si sono fatti sentire i dissensi: magliette con scritto “libertà di insegnamento” e “diritto allo studio” per i parlamentari di Nichi Vendola, un funerale in corso con lumini votivi da parte del Movimento 5 stelle, fotomontaggi con Renzi e Fonzie di Happy Days per la Lega che chiedeva “‘Fuori i bulli dalla scuola”.
E’ la prima volta che si riesce a sfondare un muro che molti ministri non erano riusciti a valicare: il muro dell’autonomia completa. Della valutazione che non era mai riuscita a entrare nella scuola, un elemento qualificante”, sostiene il ministro Giannini.
tweet giannini

 

 

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.

Altro... ddl buona scuola, governo Renzi, istruzione, ministro giannini, proteste, riforma buona scuola, scuola, senato, stefania giannini
MATURITA’ 2015 – Prima prova: il telefonino da “mezzo di comunicazione” a “mezzo di vita”

Quest’anno il Ministero ha voluto inserire tra le tracce della prima prova degli esami di maturità un argomento molto attuale...

Riforma della scuola: i veri precari sono gli studenti?

La riforma sulla scuola proposta dal governo Renzi, volta soprattutto a sistemare i precari, fa sorgere un interrogativo inquietante: la...

Chiudi