Musica

Bellini International Context 2023: riparte il celebre festival siciliano

Vincenzo-Bellini
Bellini International Context 2023: dall'8 settembre al 6 ottobre la Sicilia sarà attraversata da musica, arte e cultura. Ecco le anticipazioni.

Dall’8 settembre al 6 ottobre, la Sicilia, e in particolare Catania, assisterà all’esplosione di musica e arte del Bellini International Context, l’iniziativa promossa dall’assessorato del Turismo della Regione Sicilia. Ad animare le strade della città etnea, luogo di nascita del celebre compositore, sarà un fitto calendario di eventi che quest’anno arriverà a toccare anche le città di Messina e Palermo.

Il festival di quest’anno

Abbiamo fortemente voluto questa terza edizione del Bic, manifestazione inserita tra i grandi eventi promossi dalla Regione – afferma Elvira Amata, l’assessore regionale del Turismo, Sport e Spettacolo – per proseguire nel percorso avviato tre anni fa. L’obiettivo è dare la visibilità che merita al Cigno catanese e alle sue note immortali grazie a un gioco di squadra che mette insieme enti lirici e culturali, accademie, conservatori e amministrazioni comunali per una serie di eventi nell’arco di un intero mese. Musica, cultura e luoghi sono il valore aggiunto di questa manifestazione, ormai divenuta un appuntamento importante nel panorama del Belcanto e della musica classica, capace di attrarre cultori e visitatori da tutto il mondo”.

Quest’anno il festival sarà poliedrico, abbracciando la cultura in tutte le sue sfaccettature: dalla musica alle arti visive, passando per prosa, letteratura, danza e multimedialità. La kermesse vedrà un ventaglio ampio e variegato di protagonisti. Le anticipazioni parlano di partecipanti da tutta Sicilia: Teatro Massimo Bellini di Catania, Teatro Massimo di Palermo, Teatro di Messina, Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, Fondazione Taormina Arte Sicilia, Arcidiocesi di Catania, Università di Catania e i Conservatori di Musica “Vincenzo Bellini” di Catania e “Arcangelo Corelli” di Messina.

Più di 30 appuntamenti in sole 4 settimane

Opere, concerti, teatro, animazione: il festival tingerà giornalmente Catania di nuova arte, musica e cultura. Tra le opere liriche spiccano i nomi de “I Puritani” e “Norma“: i due capolavori di Bellini andranno in scena al Teatro massimo di Catania rispettivamente il 23 settembre per “I Puritani” e il 27 e 28 settembre per “Norma“.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Stelle internazionali dei concerti sinfonici e dell’opera lirica si ritroveranno a Catania per mettere in scena altre opere, ouverture e arie belliniane. Un contributo fondamentale sarà dato dalla FOSS (Fonazione Orchestra Sinfonica Siciliana) che in due concerti coniugherà la produzione siciliana con l’altrettanto prestigiosa produzione di altri autori italiani: da Bellini a Leoncavallo, da Mascagni a Puccini, da Verdi a Giordano.

L’Arcidiocesi di Catania curerà un repertorio di musiche sacre mentre il Teatro Massimo Bellini si concentrerà sulla produzione di autori minori siciliani. Contributi anche dall’Università di Catania e dal Conservatorio di Messina che forniranno un approfondimento musicologico in 4 puntate del ciclo “Un Bellini s’il vous plaît“.


Torna “Borghi dei Tesori”, il festival per scoprire la Sicilia: ecco quando