News Sicilia

Evasione fiscale nel Catanese: denunciato un call center

Guardia di Finanza
Foto d'archivio.
Denunciato un call center nel Catanese: di seguito tutti i dettagli sul fatto.

Nuova denuncia per evasione fiscale nel Catanese: la Guardia di Finanza ha individuato un call center di Paternò che presentava un’omissione di dichiarazione per oltre 12 milioni di euro, accumulando cosi un’evasione di imposte dirette per 4.500.000 di euro, di Iva per 1.500.000 euro e di Irap per 650.000 euro.

Le indagini effettuate dai finanzieri della Compagnia di Paternò hanno riguardato il periodo compreso tra il 2017 e il 2023, su 18 rapporti di istituti bancari nazionali e due conti correnti, precisamente in Lituania e Germania, nei quali si registravano oltre 22.000 operazioni bancarie non comprovate da nessuna documentazione. Inoltre, in Lituania sembrano essere state acquistate delle criptovalute per circa un milione di euro per il quale il titolare della ditta avrebbe utilizzato parte dei proventi derivanti dall’evasione delle imposte. La condotta, penalmente rilevante, è stata segnalata alla competente autorità giudiziaria perché costituisce una forma di autoriciclaggio.

Attualmente, il responsabile della ditta  è stato denunciato per alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania per infedele presentazione della dichiarazione annuale e per l’omessa presentazione delle dichiarazione annuale. Inoltre, è stata sequestrata una somma di circa 7 milioni ed è stata effettuata un’adozione di misure cautelari fiscali agli uffici finanziari competenti.


Concorso Marina Militare 2023, il nuovo bando: come fare domanda