Inaugurazione anno accademico Unict, Messa: “La conoscenza ha un ruolo fondamentale”

Oggi si è tenuta la 587° cerimonia di inaugurazione dell'Università di Catania. Ospiti, oltre al Rettore Francesco Priolo e i membri delegati delle varie facoltà, anche la Ministra dell'Università e della Ricerca Maria Cristina Messa e la Senatrice a Vita Elena Cattaneo. L'argomento fondamentale è stato il ricordo a Rita Levi Montalcini, grande donna nella scienza.

L’Università di Catania ha dato il via al 587° anno accademico. Oggi, infatti, si è tenuta l’inaugurazione nella chiesa del Monastero dei Benedettini a Catania. Ad assistere, oltre al rettore Francesco Priolo e agli altri organi interni con i delegati dei vari dipartimenti, anche la Ministra dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa e la Senatrice a vita Elena Cattaneo.

“Il principio fondamentale è di permettere a tutti di poter studiare”: l’intervento della Ministra Messa

La Ministra Messa apre l’inaugurazione del nuovo anno accademico con un ricordo a Rita Levi Montalcini e un ricordo verso i giovani “vittime” in prima persona della pandemia da coronavirus ancora in atto. La Ministra parla di Dad, di due anni di disagio e difficoltà per tutti gli studenti.

“Viviamo in un’era dove conoscenza e competenza all’universitàdichiara la Ministra Messa -,  hanno assunto un ruolo fondamentale nel nostro paese. Abbiamo sempre cercato di essere competitivi in ambito ricerca e università a livello internazionale ma quest’anno le risorse sono molte, oltre 11 miliardi. Sono stati istaurati nuovi programmi di ricerca e agevolazioni per le lauree STEM e mobilità”.

“Il principio fondamentale è di permettere a tutti di poter studiare – dice la Ministra -. Lo facciamo grazie al diritto allo studio e a tutte le agevolazioni presenti in ambito universitario. Riportiamo indietro i ragazzi dall’Estero stoppando la fuga di cui si è parlato negli ultimi anni. Ricominciamo a fare progetti, è fondamentale perché non è solo di ricerca ma anche didattica. Viviamo in un mondo in cui si mischiano i saperi, cambia il modo di comunicazione e insegnamento. Dobbiamo riuscire a coniugare gli investimenti che facciamo in ricerca con i lavori che si da poi ai giovani. In Sicilia, la probabilità di ciò è alta. Infatti, Catania è la 16° città in Europa per startup”.

L’orgoglio del Rettore Francesco Priolo

Successivamente è intervenuto il Rettore Francesco Priolo ringraziando la Ministra e tutti i presenti di presenziare alla Cerimonia di inaugurazione. Il Rettore ricorda Dadiv Sassoli che era presente lo scorso anno all’inaugurazione, porgendo lui calorose parole di ricordo.

Il Rettore parla  di parità di genere dicendo che “la cerimonia è dedicata proprio a questo in occasione dell’11 febbraio appena trascorso, giornata mondiale delle donne nella scienza”.

“Unict collabora con la Prefettura e la Guardia di Finanza per migliorare e rendere lucido il lavoro. Per me questo è motivo di orgoglio – dichiara il Rettore Francesco Priolo –. La nostra università è fonte di tutte le azioni messe in campo. Unict ha un’accreditamento con un punteggio di 6,59 che la colloca tra le migliori insieme all’Università di Bologna e La Sapienza di Roma. È un punto di partenza per proseguire il lavoro per il bene degli studenti. Il nostro obiettivo è quello andare sempre avanti e di migliorare nel nostro intento. Siamo un ateneo virtuoso.

Abbiamo investito su servizi importanti: trasporti, buoni libri e borse di studio. Tutte queste agevolazioni ci hanno permesso di convincere le famiglie ad affidarci la formazione dei loro figli. Quest’anno le immatricolazioni sono cresciute, sono come un decennio fa e mi confermano che stiamo procedendo verso la strada giusta. Gli studenti hanno pagato il prezzo più grosso durante questa pandemia anche dal punto di vista mentale. Unict ha scelto di investire in un counseling psicologico per chi sente bisogno di avere un aiuto”.

“La parità di genere si identifica in un’università responsabile di inclusione – dichiara Priolo -. L’ateneo è impegnato in un nuovo piano strategico che avrà durata quinquennale. Innovazione e digitalizzazione: cambiamenti strutturali per modernizzare l’istruzione. Migliorare il monitoraggio della carriera studenti e nuova didattica innovativa. Quanto alla ricerca potremmo potenziare i progetti puntando sulla diffusione di cultura. La seconda fase del piano strategico è rappresentata da inclusione sociale, gli obiettivi riguardano da una parte con la progettazione e inclusione per le fasce più deboli di studenti, come Cinap e strutture carcerarie. Infatti, è motivo di orgoglio anticipare il progetto di collaborazione con la comunità di Sant’Egidio che consisterà in un banco alimentare per i più bisognosi.

La terza è quella dell’internazionalizzazione. Potenzieremo le azioni riguardanti didattica e ricerca coinvolgendo tutti i membri dell’università: studenti, collaboratori, docenti. La quarta sfida è la sostenibilità. L’obiettivo prioritario è quello di mappare e identificare lo sviluppo sostenibile”.

“Gli accordi con gli altri atenei dell’Isola migliorano la ricerca e lo sviluppo – continua Priolo -. Abbiamo in cantiere tre progetti con enti di ricerca nazionali. Siamo tutti impegnati a rispettare le prime scadenze riguardanti i progetti e gli accordi con le altre università della nostra isola”.

Il futuro appartiene a colore che credono nella bellezza dei propri sogni” – conclude Priolo con questa citazione in occasione dell’inaugurazione del 587° anno accademico.

Elena Cattaneo e il ricordo a Rita Levi Montalcini

La Senatrice a vita, Elena Cattaneo, è intervenuta alla cerimonia ringraziando dell’opportunità di presenziare all’inaugurazione dell’Università di Catania. “È un momento solenne e formale, in cui credo ci uniamo tutti per celebrale e affermare la gioia del nostro lavoro, i diritti di studiare, ricordarci dei doveri verso la società e il paese. È meraviglioso che questa celebrazione sia stata gestita dagli studenti. Io credo che si debba partire dal considerare se lo studioso abbia un tratto distintivo e mi affascina scoprirlo nella storia recente e passata”.

La senatrice ricorda anche lei Rita Levi Montalcini. È una donna che ha portato avanti la sua idea – dichiara Elena Cattaneo -, la sua storia non smette mai di spiegarmi quella gioia che deriva dal fatto di aver affrontato e studiato qualcosa che prima di lei nessuno aveva affrontano e condiviso. Questo è il nostro ruolo, studiare le cose che nessuno conosce”.

“Mi affascina la scienza dice la Senatrice a vita Elena Cattaneo -, guardare alla storia delle persone che hanno portato a quei risultati, perché la storia parla dei gradini che uomini e donne hanno scalato per arrivare a capire e a saper fare”.

“Il nostro paese vive profonde contraddizioni. Il paese dove si sono formati grandi scuole, caratterizzato da eccellenze diffuse. Un paese meraviglioso con mille opportunità. L’università crea spazi e da concorsi che poi vengono vinti da persone che hanno premi nobel. Però la libertà deve essere vissuta come uno stato di allerta continua – dice la Cattaneo -. C’è sempre qualcuno che limita la libertà di studiare o del sapere, ma si deve andare avanti e rimboccarsi le maniche ogni giorno. Le mie esperienze mi hanno insegnato che la libertà non c’è sempre. Oggi è il tempo delle opportunità”.

Gli studenti di Unict

La cerimonia ha ospitato e hanno preso parte ad essa anche gli studenti dell’Università di Catania che hanno mostrato gratitudine e orgoglio. “Poter studiare in un ambiente stimolante come la Scuola Superiore di Catania è motivo di soddisfazione nel mio percorso di ricerca” – dichiara Rossella Garofalo, studentessa di Unict. La cerimonia è continuata premendo sul fatto di quanto orgoglio ci sia da parte di tutti verso l’Università di Catania e del fatto che la parità di genere è sempre più marcata. Il ricordo alle donne nella scienza, alla parità di genere e alle lauree STEM è stato primario.

 

 

 

 

 

 

 

 

Noemi Costanzo

Nasce a Ragusa il 29 ottobre 1996, è attualmente laureanda in lingue e culture europee. Ha vissuto in Francia, innamorata della lingua francese, di Parigi e del pain au chocolat. Appassionata di slow travel, ama immergersi nelle culture del mondo, esplorando nuovi posti e conoscendo nuove persone. Sogna una vita in America e una carriera nel giornalismo. Coordinatrice della redazione di LiveUnict da luglio 2021.

Pubblicato da
Noemi Costanzo

Articoli recenti

Pagamenti INPS ottobre 2022, da Assegno Unico a RdC: tutte le date

Pagamenti INPS ottobre 2022: dall'Assegno Unico al Reddito di Cittadinanza, passando per il bonus 200…

6 Ottobre 2022

Catania, aggredito cameraman: stava filmando auto abbandonate

A Catania è stato aggredito un cameraman di un'emittente televisiva locale. Necessarie le cure dei…

6 Ottobre 2022

Concorsi Sicilia 2022, dai Comuni agli ospedali: i bandi attivi

Concorsi Sicilia 2022: sono numerosi i bandi recentemente pubblicati in Gazzetta Ufficiale, dunque ancora attivi.…

6 Ottobre 2022

Sicilia, in piazza contro il caro bollette: annunciata grande mobilitazione

Associazioni datoriali e sindacali annunciano una grande mobilitazioni per dire "no" al caro bollette: la…

6 Ottobre 2022

Prevenzione tumore al seno, al “Cannizzaro” di Catania screening gratis: le info

Nel mese della prevenzione del tumore al seno, all'Ospedale "Cannizzaro" di Catania si organizzano due…

6 Ottobre 2022

Prove Invalsi 2023, dalla primaria alle superiori: tutte le date

Prove Invalsi 2023: reso pubblico il relativo calendario. A partire saranno gli studenti maturandi, seguiranno…

6 Ottobre 2022

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti per la gestione pubblicitaria. Puoi esprimere le tue preferenze sui singoli programmi pubblicitari cliccando su "maggiori informazioni". Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie.

Privacy Policy