Test Ammissione

Graduatoria Test Medicina 2021: come decidere se immatricolarsi o attendere?

Graduatoria test Medicina 2021
Graduatoria Test Medicina 2021: una volta pubblicata, i "prenotati" devono aspettare gli scorrimenti o immatricolarsi? Come scegliere secondo gli esperti.

Graduatoria Test Medicina 2021: una volta pubblicata, la graduatoria nominativa nazionale è stata analizzata dagli esperti. Sono tanti i dettagli emersi che, se memorizzati, serviranno ai candidati.

Graduatoria Test Medicina 2021: il numero di “assegnati” e “prenotati”

Si esplicita che la Graduatoria del Test Medicina 2021 riporta un numero rilevante di “assegnati”. Quest’anno sono 7.430, cifra che corrisponde al 57,6% del totale di posti messi a disposizione. E lo scorso anno? Nel 2020 gli assegnati corrispondevano al 58% del totale dei posti alla pubblicazione della graduatoria.

Nella graduatoria 2021 i “prenotati”, invece, ammontano 5.710: è il 44% dei posti a disposizione, contro il 41% del totale dello scorso anno.

A tal proposito, si ricorda che con lo status “assegnato” si indica colui o colei che rientra nella prima preferenza utile e deve, di conseguenza, procedere con l’immatricolazione entro quattro giorni lavorativi da quello della pubblicazione della graduatoria (questo incluso).

I “prenotati”, al contrario, non sono riusciti a rientrare in questa prima preferenza.

“Prenotati”: immatricolarsi o attendere?

Per questi ultimi sono previste due opzioni:

  1. rinunciare alle preferenze a cui ambivano e procedere con l’immatricolazione entro 4 giorni lavorativi nella sede in cui risultano prenotati;
  2. attendere lo scorrimento della Graduatoria Test Medicina 2021.

Come scegliere l’alternativa più giusta? Gli esperti consigliano di far attenzione a come hanno funzionato le prime assegnazioni del 2020 e considerare che:

  • il  primo scorrimento prevede la percentuale di immatricolati più alta di tutta la graduatoria;
  • non per tutti i partecipanti alla prova, Medicina e Odontoiatria rappresenta la prima preferenza. Il primo scorrimento, di fatto, può comportare anche 500 rinunce.

Per capire come comportarsi, per ciascuna delle sedi inserita tra le preferenze,  i “prenotati” possono procedere con questa verifica:

  • se in graduatoria si rientra entro le 160 posizioni dal punteggio minimo effettivo della scelta, la possibilità di ottenere un posto va considerata praticamente sicura. In altre parole è molto probabile che si riesca a rientrare già con il primo scorrimento;
  • tra le 160 e le 320 posizioni, la possibilità è alta ma vanno comunque considerati tutti gli scorrimenti di graduatoria;
  • tra le 320 e le 650 posizioni, la possibilità è discreta;
  • oltre le 650 posizioni, la possibilità di rientrare risulta bassa.

 

Università di Catania