Tecnologia e Social

WhatsApp, marcia indietro sulla privacy: no a limitazioni per chi non accetta termini

whatsapp
WhatsApp ritorna sui suoi passi e annuncia che non ci saranno limitazioni delle funzionalità dell'applicazione per gli utenti che non accettano l'aggiornamento.

WhatsApp fa inversione di marcia a poco meno di un mese dalla sua decisione rivolta a chi non aveva accettato il recente aggiornamento. Infatti, all’inizio di maggio era stato annunciato un aggiornamento dei termini di utilizzo dell’app di messaggistica. E la notizia che più fece scalpore era quella delle possibili limitazioni alle funzioni dell’app che sarebbero state applicate a tutti coloro i quali non avessero accettato le nuove condizioni di utilizzo. Nel caso specifico, le funzioni che avrebbero subito delle restrizioni sarebbero state anche quelle delle chiamate e dei messaggi, limitando dunque gravemente l’uso dell’applicazione.

Questa decisione di Whatsapp aveva scatenato diverse proteste e aveva avuto per conseguenza la fuga di molti utenti in favore dei canali di messaggistica concorrenti, quali Telegram e Signal. A tal proposito, anche la Germania poco tempo fa aveva preso le sue misure, decidendo di bloccare la raccolta dei dati di Whatsapp in modo da limitare al minimo le possibili conseguenze di questo cambiamento dei termini di utilizzo.

In seguito a tali conclusioni, WhatsApp ha quindi deciso di ritornare sui suoi passi e affermare che non ci saranno limitazioni per tutti coloro i quali non dovessero accettare le nuove condizioni di uso del’app. Infine, il cambio di rotta di Whatsapp prevede anche un’ulteriore specifica: infatti, l’app continuerà a ricordare ai suoi utilizzatori le novità previste dall’aggiornamento, come riportato dai responsabili al sito TheNextWeb.

Rimani aggiornato