Società

Sicilia, arrivano le Fiere dei Morti: gli appuntamenti da non perdere

Foto repertorio
Novembre si avvicina e con esso le Festa dei Morti, celebrata il 2 del mese per commemorare i defunti. In Sicilia, ecco tutti gli eventi e le fiere allestite in occasione della festività.

Come ogni anno, in occasione della giornata di commemorazione dei defunti, in tutta la Sicilia vengono allestite le tradizionali “Fiere dei morti”, grandi spazi in cui è possibile trovare bancarelle che vendono gli oggetti più disparati: giocattoli, capi di vestiario e, soprattutto, dolci tipici. Tra i prodotti più caratteristici, citiamo i biscotti ossa di morto (detti anche crozzi ‘i mottu in dialetto) o i pupatelli ripieni di mandorle tostate, i nucatoli e i totò, bianchi e marroni, la frutta secca, la cioccolata o le rame di Napoli.

Secondo la più antica tradizione siciliana, sono proprio questi i dolci della festa che, insieme a frutta secca e frutta di stagione, vengono offerti in dono ai nostri cari venuti a mancare. Un’usanza ancora in voga in molte parti della nostra isola, insieme a quella di far trovare doni ai bambini nella notte tra l’1 e il 2 novembre. Le tradizionali fiere rappresentano per gli isolani un appuntamento ormai consueto dell’inizio di novembre. Per non farvi trovare impreparati, eccovi un elenco delle principali località che ospiteranno le Fiere dei Morti:

Catania

Nella città etnea, per il secondo anno consecutivo, si terrà la “Notte di Zucchero”, un evento dedicato soprattutto ai più piccini previsto per sabato 2 novembre in piazza Università e nei laboratori del Teatro Machiavelli, organizzato sotto il patrocinio culturale della Città di Catania e con il sostegno dell’Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana. La giornata sarà dedicata a giochi, laboratori ludico/educativi, attività ricreative, spettacoli musicali e teatrali, dedicati ad intrattenere i più piccoli. Inoltre,  presso la sede dell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena dal 26 ottobre al 2 novembre, si terrà la tradizionale Fiera dei morti, esposizione conosciuta anche come “Fiera del Giocattolo”.

Leggi anche: Catania, al via la Fiera dei Morti 2019: orari e programma

Leggi anche: Catania, come raggiungere la Fiera dei Morti 2019

Siracusa

La città di Siracusa ospiterà la tradizionale Fiera dei Morti, dal 28 ottobre al 2 novembre. Il mercato quest’anno sarà trasferito fuori Ortigia, in via Sant’Orsola, viale dei Comuni e via Giarre, nel rione Santa Panagia. La fiera, come da tradizione, sarà suddivisa nei due settori merceologici, quello tipico della ricorrenza, cioè venditori di dolciumi e prodotti tipici, e quello dei giocattoli e abbigliamento.

Tremestieri Etneo

Il tradizionale Mercatino dei Morti sarà allestito in concomitanza alla festa dell’Iris e dell’Arancino, dal 31 ottobre al 3 novembre, presso il parco intitolato a Padre Salvatore Consoli, sulla via Marletta, accanto la Chiesa Madre di Tremestieri Etneo. In quest’occasione, le tradizioni del paese saranno declinate in tutte le specialità e i campi tipici. Il mercatino dei morti non prevederà soltanto l’area food, ma anche l’artigianato d’eccellenza, la mostra dei carretti siciliani e l’intrattenimento per bambini e tutta la famiglia.

San Pietro Clarenza

A San Pietro Clarenza, la tradizionale fiera dei morti, giunta alla sua quinta edizione, avrà luogo in Piazza della Vittoria e in via Risorgimento, dal 31 ottobre al 2 novembre, con espositori di vario genere merceologico, biscotti tipici del periodo, artigianato locale, stand di giocattoli e artisti di strada.

Caltanissetta

A Caltanisetta la tradizionale Fiera dei Morti prende il nome di “Festa della Martorana e do Pupu di Zuccaro”, e si terrà in pieno centro storico, dal 30 ottobre al 2 novembre. Qui saranno in esposizione e vendita  prodotti dolciari tipici della ricorrenza, come “Frutta Martorana”, “Pupi di Zuccaru”, “Moscardini”, “Rametti” e prodotti collaterali come giocattoli e oggetti di artigianato vario.

Palermo

A Palermo, dal 30 ottobre al 2 novembre, si terrà “La Notte di Zucchero. Festa di Morti, Pupi e Grattugie” in occasione della Festa dei morti. Il nome particolare dato alla festa deriva dalla leggenda secondo cui, proprio nella notte tra l’1 e il 2 novembre, i defunti che andavano a trovare i loro cari, grattavano i piedi dei bambini che si erano comportati male, utilizzando appunto una grattugia.

Da TWITTER

Rettore #Priolo a @liveunict: “L’Ateneo @unict_it si è rimesso in moto, ecco a cosa stiamo lavorando” https://catania.liveuniversity.it/2019/11/11/universita-catania-rettore-priolo-intervista/

#AllertaMeteo rossa a #Catania: domani #scuolechiuse https://catania.liveuniversity.it/2019/11/11/catania-allerta-rossa-scuole-chiuse-domani-12-novembre/

Eccezionale ritrovamento in Sicilia: scoperto un sarcofago con "obolo di Caronte" https://catania.liveuniversity.it/2019/11/08/sicilia-scoperto-gela-sarcofago-obolo-caronte/ via @liveunict

Load More...