In Copertina Libri - Liber Amanti

Letture d’estate: i libri consigliati e da non perdere per il 2019

Sei in procinto di partire per le vacanze e ancora non hai riempito lo spazio in borsa che avevi lasciato per il libro dell'estate? Con questi consigli della redazione di LiveUnict potrai provare a colmare il vuoto che ti manca con un libro da portare sotto l'ombrellone!

L’estate è già inoltrata, ma l’inizio d’agosto è proprio il periodo durante il quale molti vanno in vacanza e non sanno decidersi su quale libro mettere nel borsone. Un tascabile economico, l’ultima uscita di un autore famoso, il grande classico della letteratura che da anni sta sui vostri scaffali con ormai due dita di polvere sopra? Orientarsi è a volte difficile, ecco perché, prima di partire per le vacanze, potrebbe essere utile leggere qualche consiglio. Qui ve ne diamo dieci:

George R. R. Martin – Il trono di spade

Anche nel mondo di Westeros il ciclo di romanzi di G. R. R. Martin inizia durante l’estate, ma, come i fan della serie TV, appena conclusasi, sanno già, nel mondo di Martin le stagioni hanno tutto un altro significato. Ora che la serie di HBO è finita, leggerne i libri da cui è tratta è un ottimo modo per capirla meglio, conoscere personaggi sconosciuti o storie diverse dalla versione televisiva.

La sintesi: Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L’ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all’ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all’estremo Nord, la Barriera – una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei -sembra vacillare. La fine della lunga estate è vicina, l’inverno sta arrivando e non durerà poco.

L’estate fredda – Gianrico Carofiglio

I suoi libri sono perfetti per i giuristi, che troveranno la serie di thriller legali con protagonista l’avvocato Guerreri davvero allettante. Il titolo che vi proponiamo è ambientato nel ’92, e tratta dello scoppio di una guerra interna tra clan mafiosi pugliesi, intrecciata con la strage di Capaci.

La sintesi: A Bari, come altrove, sono giorni di fuoco. Quando arriva la notizia che un bambino, figlio di un capo clan, è stato rapito, il maresciallo Pietro Fenoglio capisce che il punto di non ritorno è stato raggiunto. Inaspettatamente, il giovane boss che ha scatenato la guerra, e che tutti sospettano del sequestro, decide di collaborare con la giustizia. Ma le dichiarazioni del pentito non basteranno a far luce sulla scomparsa del bambino. Per scoprire la verità Fenoglio sarà costretto a inoltrarsi in quel territorio ambiguo dove è più difficile distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.

La meccanica del cuore – Mathias Malzieu

Un libro piacevole e leggero, adatto come lettura da portare sotto l’ombrellone. In questo testo amore e scoperto si intrecciano, nelle scoperte di un ragazzo che scopre come il sentimento più nobile può essere anche tormento e sofferenza. Favola e romanzo di formazione insieme, Malzieu traccia un’indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.

La sintesi: Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultare fatali. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. L’impavido eroe, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. 

Una questione privata – Beppe Fenoglio

Romanzo breve e avvincente, sorta di Orlando Furioso ambientato tra i partigiani. Libro da leggere e consigliare vivamente ai conoscenti, di veloce ma intrigante lettura.

La sintesi: Nelle Langhe, durante la guerra partigiana, Milton (quasi una controfigura di Fenoglio stesso), è un giovane studente universitario, ex ufficiale che milita nelle formazioni autonome. Eroe solitario, durante un’azione militare rivede la villa dove aveva abitato Fulvia, una ragazza che egli aveva amato e che ancora ama. Mentre visita i luoghi del suo amore, rievocandone le vicende, viene a sapere che Fulvia si è innamorata di un suo amico, Giorgio: tormentato dalla gelosia, Milton tenta di rintracciare il rivale, scoprendo che è stato catturato dai fascisti…

Elena Ferrante – L’amica geniale
Leggero, attuale ed è tornato in voga con il successo della serie TV. Sono 4 libri in totale: il primo è quello raccontato nella serie TV dello scorso inverno, ma entro l’anno prossimo dovrebbero trasmettere la storia del secondo volume.
Tratta dell’amicizia di due donne di un rione napoletano, dall’infanzia nel secondo dopoguerra fino alla vecchiaia ai giorni nostri. Attraverso le loro vite riprende i cambiamenti dell’Italia e degli italiani nel corso degli anni, affrontando spesso argomenti politici.
La sintesi: Il romanzo comincia seguendo le due protagoniste bambine, e poi adolescenti, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. L’autrice scava nella natura complessa dell’amicizia tra due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, robusto. Narra poi gli effetti dei cambiamenti che investono il rione, Napoli, l’Italia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame.
Spectrum & Suq

Sono due riviste da 250 pagine ciascuna di fotografia made in Sicily diverse come contenuti. La prima raccoglie interviste, articoli, progetti, critica fotografica; la seconda raccoglie progetti fotografici e non in angoli sperduti e poco conosciuti della Sicilia.

Andrea Camilleri – La forma dell’acqua

Nell’anno della sua scomparsa, un omaggio a Camilleri era d’obbligo, più che solamente doveroso. Con i suoi romanzi, il Maestro, col suo Commissario Montalbano, ha rivisitato i canoni del giallo italiano, iniziando proprio con La forma dell’acqua, il primo di una serie di libri di straordinario successo.

La sintesi: Il primo omicidio letterario in terra di mafia della seconda repubblica – un omicidio eccellente seguito da un altro, secondo il decorso cui hanno abituato le cronache della criminalità organizzata – ha la forma dell’acqua. Prende la forma del recipiente che lo contiene. E la morte dell’ingegnere Luparello si spande tra gli alambicchi ritorti e i vasi inopinatamente comunicanti del comitato affaristico politico-mafioso che domina la cittadina di Vigàta, anche dopo il crollo apparente del vecchio ceto dirigente. Questa è la sua forma. Ma la sua sostanza (il colpevole, il movente, le circostanze dell’assassinio) è più antica, più resistente, forse di maggior pessimismo: più appassionante per un perfetto racconto poliziesco.

Neil Gaiman – American Gods

Oltre ad andare forte come serie TV, è scritto benissimo (ma Neil Gaiman è una garanzia). È uno dei casi in cui leggere il libro e guardare la serie non crea un contrasto fastidioso ma, anzi, dà “completezza” all’opera.

La sintesi: Appena uscito di prigione, Shadow fa conoscenza con un enigmatico Mister Wednesday che gli offre di lavorare per lui. Rimasto senza risorse né famiglia, Shadow accetta. Ma ci metterà un po’ a capire che dietro quell’individuo si cela Odino, la somma divinità del pantheon nordico. Una battaglia di proporzioni epiche sta per essere combattuta, uno scontro fra divinità per conquistare l’anima dell’America. Per questo Shadow è stato arruolato.

Canale Mussolini – Antonio Pennacchi

Premio strega 2010, racconta la storia di una famiglia italiana negli anni più difficili della guerra.

La sintesi: Canale Mussolini è l’asse portante su cui si regge la bonifica delle Paludi Pontine. Su questa terra nuova di zecca vengono fatte insediare migliaia di persone arrivate dal Nord, tra queste ci sono i Peruzzi. A farli scendere dalle pianure padane sono il carisma e il coraggio di zio Pericle. Con lui scendono i vecchi genitori, tutti i fratelli, le nuore. E poi la nonna, dolce ma inflessibile nello stabilire le regole di casa cui i figli obbediscono senza fiatare. Il vanitoso Adelchi, più adatto a comandare che a lavorare, il cocco di mamma. Iseo e Temistocle, Treves e Turati, fratelli legati da un affetto profondo fatto di poche parole e gesti assoluti, promesse dette a voce strozzata sui campi di lavoro o nelle trincee sanguinanti della guerra. E una schiera di sorelle, a volte buone e compassionevoli, a volte perfide e velenose come serpenti. E poi c’è lei, l’Armida, la moglie di Pericle, la più bella, andata in sposa al più valoroso. La più generosa, capace di amare senza riserve e senza paura anche il più tragico degli amori. E Paride, il nipote prediletto, buono e giusto, ma destinato, come l’eroe di cui porta il nome, a essere causa della sfortuna che colpirà i Peruzzi e li travolgerà.

Il racconto dell’ancella – Margaret Atwood

Romanzo distopico i cui temi sono tremendamente attuali, da cui è stata anche tratta l’omonima serie TV di successo. Non si tratta, tuttavia, di una lettura pesante, anzi, la scrittura è scorrevole. Anche per questo non può mancare nella lista dei libri da portare sotto l’ombrellone!

La sintesi: In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno Stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Difred, la donna che appartiene a Fred, ha solo un compito nella neonata Repubblica di Galaad: garantire una discendenza alla élite dominante. Il regime monoteocratico di questa società del futuro, infatti, è fondato sullo sfruttamento delle cosiddette ancelle, le uniche donne che dopo la catastrofe sono ancora in grado di procreare. Ma anche lo Stato più repressivo non riesce a schiacciare i desideri e da questo dipenderà la possibilità e, forse, il successo di una ribellione.

Livelli di vita – Julian Barnes

Chiudiamo questo elenco di consigli di lettura estivi con un racconto lungo in cui tre storie si intrecciano nell’aria dei cieli ottocenteschi, quando i pionieri dell’aria, stufi della terraferma, affrontavano pericolose traversate aeree cercando il segreto per conquistare i cieli. Libro che promette di essere letto in poche ore, mescola diversi registri in uno spazio ristretto, irretendo il lettore fino al doloroso e dolce scioglimento finale.

La sintesi: Tre leggendari pionieri ottocenteschi rivivono fra le pagine dell’originale e struggente mescolanza di fatti e finzione che è “Livelli di vita”: Fred Burnaby, colonnello della cavalleria della Guardia Reale inglese e viaggiatore per terre esotiche e inesplorate, la “divina” Sarah Bernhardt, la più grande attrice di tutti i tempi a detta di alcuni, e Félix Tournachon, il caricaturista, vignettista, aeronauta e celebre fotografo ritrattista noto come Nadar. Ad accomunarli, un’incomprimibile passione per il volo. Una buona metafora per ogni storia d’amore. Quella immaginata fra Burnaby e Sarah Bernhardt, ad esempio – l’aria, l’assenza di vincoli, l’eccentricità, lei; la concretezza, l’avventura, la disciplina, lui. O quella, cinquantennale, fra Nadar e l’afasica moglie Ernestine. Oppure la storia d’amore, durata trent’anni e poi proseguita, fra Julián Barnes e la moglie Pat Kavanagh.