Attualità

Sicilia, la Corte dei conti boccia Garanzia giovani: pochi gli assunti

La Corte dei conti boccia la Sicilia: garanzia giovani fallimentare, con poche assunzioni e centri per l'impiego non all'altezza del compito.

Maglia nera per la Sicilia: la Corte dei conti assesta un duro colpo, dichiarando il fallimento della Garanzia giovani nell’isola, con centri dell’impiego privi di professionalità e valutazioni errate dei soggetti che hanno portato, in molti casi, ad allontanare i giovani dai percorsi più indicati.

A essersi registrati in sono stati 157.379 giovani, facendo scalare alla Sicilia la vetta nel numero di richieste tra le regioni italiane, ma appena l’11,26% ha trovato un lavoro, con un tasso di inserimento del 27,96% e un costo del programma di circa 132 milioni.

C’è bisogno di potenziare i centri per l’impiego, come si auspica la Corte dei conti, altrimenti il rischio è quello di incorrere in un circolo vizioso senza sbocchi in cui si farà richiesta per il reddito di cittadinanza senza riuscire, nei tre anni previsti, a ottenere una sola proposta di lavoro.

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.