Attualità

Pensione Quota 100: si pensa al riscatto laurea agevolato

I tecnici stanno abbozzando delle novità relative alla fatidica "Quota 100", la nuova formula pensata per le future pensioni d'anzianità. Tra tutte si pensa ad un rilancio del riscatto della laurea maggiormente agevolato.

Nessun taglio dell’assegno previdenziale per chi deciderà di anticipare l’anno della tanto attesa pensione, un’età minima di 62 anni e 38 anni di contributi necessari per smettere di lavorare, più denaro per i coinvolti: riassumiamo brevemente le peculiarità di Quota 100, la misura economica pensata dal governo M5S-Lega con il fine di agevolare i futuri pensionati.  Si tratterebbe di un cambiamento definito come “strutturale” e di un primo passo verso la rivoluzione del settore: i vertici stanno, infatti, già lavorando per realizzare Quota 41, volta a ridurre a 41 anni di contributi il requisito per la pensione anticipata che si ottiene indipendentemente dall’età.

Una novità riguarderà poi il celebre riscatto della laurea che, secondo quanto rilasciato dal sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon al Corriere.it, diverrà  meno costoso grazie alle formule ideate e, dunque, più accessibile ai giovani desiderosi di riempire i buchi contributivi posteriori al 1996 e dovuti a lunghi periodi di disoccupazione.

 

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.

Altro... pensioni, quota 100
Riscatto laurea a rate? Le ultime novità sulle modalità e suddivisione delle spese

Il pagamento del riscatto della laurea è uno dei dubbi che assale gli studenti. Ecco come funziona la suddivisione delle...

500mila persone in pensione nella Pubblica Amministrazione: in arrivo ‘concorsone’ per i giovani?

Se ne sta parlando tanto in questi giorni, ma l'idea di un mega concorso aperto ai giovani può diventare realtà:...

Chiudi