Catania

Metro, grande affluenza per la festa di Sant’Agata: 197.400 passeggeri in tre giorni

La festa di Sant'Agata si è appena conclusa e adesso è il momento di fare i conti. Ecco i dettagli dell'affluenza della metropolitana.

Si sono da poco concluse le festività agatine, tre emozionanti giornate che hanno visto la partecipazione di tutta la cittadinanza e non solo. Per la terza festa religiosa più importante al mondo, tutta la città si è mobilitata per la buona riuscita. Diverse sono state le iniziative promosse dai trasporti pubblici, come il biglietto Amt commemorativo e ridotto,  l’Agata Ticket, la promozione offerta da parte della Ferrovia Circumetnea per agevolare l’uso della metropolitana e il prolungamento degli orari di quest’ultima. 

Proprio la FCE ha pubblicato i dati di affluenza durante i giorni di festa, esprimendo gratitudine e riconoscenza alla cittadinanza etnea che ha deciso di usare la metropolitana, permettendo una diminuzione anche del flusso di traffico automobilistico in virtù di una mobilità evoluta, pubblica e sostenibile.

Dalla pagina Facebook ufficiale dell’azienda, è possibile visionare i dati relativi ai giorni 3-4-5 febbraio:
– 197.400 passeggeri (nel 2017, durante gli stessi 3 giorni, erano stati 90.080).
– 56 ore di servizio (52 nel 2017).
– 713 corse effettuate (solo 8 soppresse per motivi tecnici, circa l’1%) (598 nel 2017).
– treni con capacità max di 442 passeggeri per un’offerta complessiva di 315.146 posti.

Si tratta di numeri davvero importanti che dimostrano quanta voglia di crescere abbia la città metropolitana di Catania. Il parere degli utenti è stato per la maggior parte positivo. E, sui social, ormai divenuto il punto di incontro in cui scambiare le proprie opinioni, ci sono stati tantissimi commenti di apprezzamento, ma anche qualcuno che vorrebbe di più dai servizi offerti. In particolare, è stato più volte sottolineato il fatto di essere in attesa dell’apertura della fermata “Cibali”, fortemente voluta dai cittadini, in quanto punto nevralgico della città: “Aprite cibali e il porto, mettete il servizio nei festivi, prolungate l’ orario della metro e vedrete come aumentano i passeggeri… i catanesi hanno dimostrato di voler usare la metro, ora sta a voi farcela usare”, aggiunge Giuseppe. E, ancora: “Ho trovato quasi tutto perfetto, solo in alcune fermate non funzionano ancora scale mobili e ascensori, questo è importante!”, commenta Giovanni.

La risposta dell’azienda non si è fatta attendere. Infatti, in riscontro ai numerosi commenti, ha affermato: “Da oggi siamo al lavoro sull’analisi, le valutazioni e i relativi interventi su tutti gli aspetti emersi durante l’evento, consapevoli delle responsabilità che un tale successo richiede, per migliorare continuamente i servizi offerti e incentivare sempre più l’uso della Metropolitana di Catania.”

 

 

A proposito dell'autore

Serafina Adorno

Classe 1989. Dalle sabbie dorate agrigentine e dalla bianca scala dei turchi si è trasferita a Catania per intraprendere i suoi studi e iniziare a dare forma ai suoi sogni. Laureata in Lingue e letterature comparate, lavora nella comunicazione e nei Festival del cinema.

Speciale Test Ammissione