Eventi

CATANIA – Capodanno 2018 in piazza: controlli, divieti e info utili sulla viabilità

È a Vincenzo Bellini che quest’anno sarà dedicato il Capodanno in piazza a Catania. Il celebre compositore, che è nato nella città etnea e a cui è dedicato anche l’omonimo Teatro Massimo, sarà il protagonista della notte di San Silvestro.

Nella notte più magica dell’anno, quella in cui si lascia spazio ai desideri e alla spensieratezza, saranno due i palcoscenici in cui festeggiare in piazza. Quest’anno il Comune di Catania ha deciso di realizzare lo spettacolo tra piazza Duomo e in piazza Università.

L’evento, curato da Valerio Festi, con la regia di Monica Maimone, ha svelato già delle importanti sorprese. L’inizio è previsto per le 22.30 in piazza Università, dove le finestre del Palazzo Centrale ospiteranno i personaggi dei brani di Vincenzo Bellini, accompagnati da musica e luci. Alle 23.00 lo spettacolo si sposterà in piazza Duomo, dove si ripercorreranno le tappe della vita e della carriera di Bellini, grazie alle coreografie in volo. Gli artisti indosseranno maschere e costumi allegorici e si esibiranno a 15 metri di altezza.

Amina, protagonista  de “La Sonnambula”, camminerà nel vuoto. Poi toccherà alla “Casta Diva”, che sospesa su un cavo, danzerà in aria. E, ancora, due innamorati danzeranno su un palco  mobile. Questi sono solo alcuni dei personaggi che si esibiranno per omaggiare Bellini fino alla mezzanotte, quando si interromperanno le coreografie per annunciare i fuochi d’artificio e brindare. Dalle 00.15 si proseguirà con Dj set: i brani del celebre compositore verranno rielaborati e riproposti.

Si prospetta, insomma, un Capodanno molto diverso dagli anni precedenti. Se l’anno scorso Carmen Consoli aveva fatto ballare i catanesi sulle note della Taranta, quest’anno il vero protagonista non sarà presente in carne e ossa, ma verrà rievocato attraverso musica e spettacoli.

Si prevede, inoltre, un importante afflusso di partecipanti: sono stati adottati provvedimenti sulla viabilità e misure di sicurezza. Le due piazze potranno contenere al massimo 9 mila spettatori, per cui sarà possibile accedere solo tramite alcuni varchi, sorvegliati da steward. L’amministrazione comunale consiglia infatti di recarsi in anticipo sul posto, perché verranno anche effettuati controlli tramite metal detector.

Pugno duro del Comune di Catania su petardi e fuochi d’artificio: anche quest’anno è stata emessa un’ordinanza che ne vieta l’esplosione fino alle 12.00 del 7 gennaio 2018. Chi trasgredirà dovrà pagare una multa che va da 100 fino a 500 euro. Vietata anche la vendita di superalcolici (gradazione superiore ai 21 gradi) e bevande in bottiglie di vetro, non solo in piazza ma anche nel raggio di 200 m.

Riguardo a viabilità, sono stati adottati alcuni provvedimenti temporanei di circolazione. Ad eccezione dei mezzi autorizzati, non si potrà transitare fino alle 9.00 di lunedì 1 gennaio in alcune delle vie principali, come via Vittorio Emanuele. Per maggiori informazioni, consulta tutti i divieti e le strade chiuse.

Dato che si prevede un numero importante di presenze, un flusso di auto potrebbe intasare la viabilità. Tuttavia Fce ha comunicato l’apertura della metropolitana anche per la notte di San Silvestro. Il 31 dicembre il servizio sarà attivo dalle 8.30 alle 2.00 ad un prezzo irrisorio: il costo del biglietto è sempre di 1 euro a tratta. Parcheggiando le auto private nelle zone delle stazioni metro di Catania, si potrà dunque evitare il traffico catanese.

Da Nord a Sud sono moltissime le città italiane in cui si brinderà in piazza. Tra le siciliane, a Palermo ci sarà per esempio Edoardo Bennato che si esibirà con la band Frequenze Retrò e il duo Heron Temple. Per conoscere tutti i concerti e gli spettacoli in piazza in Sicilia leggi anche Capodanno 2018 in Sicilia: concerti e spettacoli in piazza.

 

 

Alessia Costanzo

Classe ’93, nata a Noto, è laureata in Lettere Classiche all’Università di Catania. Quando è appena una matricola, entra a far parte dell’Associazione Culturale Liveunict e collabora come redattrice. Adesso è coordinatrice della redazione e, tra i libri e gli esami, si dedica alle sue passione: scrivere e informare.