Società

Donne che denunciano soprusi: “Persona dell‘anno 2017” sul Time

Riconoscimento della rivista americana alle donne che denunciano molestie e violenze personali. Sulla copertina Ashley Judd, Susan Fowler, Adama Iwu, Taylor Swift e Isabel Pascual.

Come ogni anno il Time, noto come il più prestigioso settimanale statunitense, nomina la Persona dell‘anno. Il premio del 2017 va alle Silence Breakers, quelle donne determinate che hanno detto no al silenzio e denunciato tutte le violenze e moleste sessuali. Sulla copertina: Ashley Judd, Susan Fowler, Adama Iwu, Taylor Swift e Isabel Pascual. Si tratta di cinque donne che sono state in grado di denunciare una serie di episodi che hanno creato un vero e proprio scandalo nel mondo dello spettacolo. Sono donne con la D maiuscola che dall‘hashtag #MeToo hanno creato un vero e proprio movimento rivoluzionario, che con un grande coraggio individuale, si è trasformato in un atto di azione collettiva.

È stata una scelta alquanto insolita, inserire nella copertina cinque donne; forse perché ognuna di esse rappresenta una storia ed un coraggio differente ma allo stesso tempo, sono accomunate da una forza comune che consente loro di superare ogni triste ed amaro male vissuto.

L‘attrice Ashley Judd è stata tra le prime a denunciare il produttore cinematografico americano Weinstein. A seguire Susan Fowler, un‘ingegnera di Uber che denuncia alcuni dipendenti dell‘azienda per scagliarsi contro la misoginia e le molestie sessuali. C’è Adama Iwu che ha lanciato il sito “We said enough”, per denunciare le molestie nell’ambito lavorativo e politico. Lei era una lobbysta di Visa. Anche Taylor Swift, reginetta del pop, ha denunciato un episodio di molestia durante il suo concerto a Denver nel 2013, che ha coinvolto il dj David Mueller.
Ed infine, Isabel Pascual, una raccoglitrice di fragole, che ha subito delle minacce per aver denunciato le molestie sul posto di lavoro.

Finalmente il volto di figure tipiche della quotidianità è stato premiato ed ha preso il posto del presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, già vincitore dello scorso anno.

Questa nuova azione ha determinato uno dei più importanti cambiamenti culturali nel mondo di oggi. Queste grandi donne hanno ispirato il mondo ed hanno fatto capire che è ingiustificabile e ingiusto accettare quello che è inaccettabile. Ogni donna ha diritto alla propria femminilità, volontà e alla propria dignità. Nessuna donna deve essere considerata un semplice “giocattolo” con cui divertirsi. Nessuna donna deve essere considerata “l’oggetto” di turno. E nessuna donna deve essere la “preda” di una feroce “bestia”.

Una mano contro una donna va usata solo per sorreggerla o farla rialzare!”