Attualità

Disoccupazione giovanile: Sicilia nella top ten secondo dati Eurostat

manovra 2020 lavoro

Gli ultimi dati, diffusi da Eurostat, evidenziano come nel Sud Italia la percentuale di disoccupati sia almeno il doppio rispetto alla media Ue.

Sud Italia e disoccupazione, un binomio troppo spesso indissolubile. Anche l’ultima ricerca Eurostat, pubblicata pochi giorni fa, conferma questo triste andazzo di cui anche i giovani siciliani sono vittime.

A stare peggio però è la Calabria, la regione che in Europa, lo scorso anno, ha fatto registrare il maggior tasso di disoccupazione giovanile, il 58,7%.  Solo Ceuta (69,1%) e Melilla (63,3%) sono state capaci di numeri peggiori ma le due enclave spagnole si trovano in terra d’Africa.

Alle spalle della Calabria nella “top ten” della disoccupazione giovanile 2016 (dove per campione sono stati considerati i ragazzi tra i 15 e i 24 anni) si piazzano l’Andalusia (57,9%) e poi altre due regioni italiane: la Sicilia (57,2%, in quinta posizione) e la Sardegna (56,3%, sesta). Nel 2016 inoltre sono cinque le regioni italiane che hanno fatto registrare un tasso di disoccupazione di almeno il doppio della media Ue (8,6%): si tratta di Calabria (con il 23,2%); Sicilia (con il 22,1%); Campania (con il 20,4%); Puglia (con il 19,4%) e Sardegna (con il 17,3%).

La provincia di Bolzano, con un tasso di disoccupazione del 3,7%, è invece l’unico territorio italiano ad essere rientrato nel gruppo delle 60 regioni europee con una percentuale inferiore alla media Ue. Il tasso di disoccupazione più basso in Europa, nel 2016, è stato quello del Niederbayern (Germania) al 2,1%, il più alto quello di Dytki Macedonia (Grecia) al 31,3%.

Rimani aggiornato

Università di Catania