Attualità

Vittorio Sgarbi si candida alla presidenza della Regione Sicilia

In diretta TV, Vittorio Sgarbi decide di candidarsi a presidente della Regione siciliana. Dopo l’esperienza come sindaco di Salemi, il critico  d’arte vuole tornare in politica

La provocazione di Vittorio Sgarbi arriva su Trm un’emittente televisiva di Palermo. Ospite della trasmissione “Casa Minutella”, il critico d’arte ha dichiarato: Mi candido a presidente della Regione siciliana: l’ho deciso stanotte e ho già molte idee per la Regione”. Sgarbi è sicuro che i cittadini siciliani lo voteranno.

Non è la prima esperienza politica in Sicilia di Sgarbi che, già in passato, ha amministrato nell’Isola come sindaco di Salemi (Trapani). Un’esperienza, tra l’altro, non felicissima che si è conclusa, nel 2012, con lo scioglimento del comune per infiltrazioni mafiose. Dopo quella esperienza Sgarbi, che era stato proposto come primo cittadino di Palermo, aveva subito dichiarato: “Ho deciso fermamente di non fare più nulla che abbia affinità con incarichi pubblici in Sicilia. È una regione totalmente irrecuperabile perché danneggiata dallo Stato”. A quanto pare, ci ha ripensato.

Crocetta, dunque, è avvisato e, a tal proposito, Sgarbi ha detto: “D’altronde quando Crocetta si candidò senza primarie da solo contro tutti è riuscito poi a far confluire tutti su di lui, perché non dovrei riuscirci io?” L’obiettivo sarebbe poi, a detta sua, quello di contrastare il Movimento 5 Stelle che, secondo i sondaggi non ufficiali, sarebbe in netto vantaggio nell’Isola: “Serve qualcuno che dia del filo da torcere ai grillini”, spiega durante la trasmissione.

Non ci resta che attendere per scoprire se Vittorio Sgarbi fa sul serio o se si tratta dell’ennesima provocazione.

Rimani aggiornato