Altro

Catania, allarme bomba al Tribunale di Via Crispi. Artificieri e vigili urbani bloccano la zona

Individuata nel parcheggio dell’ex prefettura un’auto sospetta che ha fatto partire gli accertamenti

Questa mattina, presso la sede del Tribunale in Via Francesco Crispi, una “Ford Fiesta” grigia, che risulta essere stata rubata ad una turista canadese che l’aveva noleggiata pochi giorni prima, ha fatto scattare sospetti su una potenziale bomba posta vicino il palazzo di giustizia catanese. Sembra che l’auto, trovata all’interno degli stalli riservati ai dipendenti della struttura, abbia suscitato dubbi per via dell’ingente numero di multe presenti sul parabrezza della stessa, le quali hanno rilevato che l’auto si trovava lì da circa tre giorni.

Attualmente, sul posto stanno operando sia gli artificieri che i vigili urbani. L’area circostante è stata transennata ed interdetta non solo ai cittadini, ma anche ad avvocati e personale del tribunale. Inoltre, è stato evacuato un altro palazzo presente nella zona. Sembra però che non siano state ritrovate tracce di esplosivo: all’interno della vettura, infatti, era presente solo la valigia della malcapitata turista, aperta dai ladri in cerca di potenziali oggetti preziosi.

Potenziali aggiornamenti verranno pubblicati nelle prossime ore.

A proposito dell'autore

Elide Barbanti

Nata a Prato il 27 Giugno del 1993, trascorre l'infanzia e l'adolescenza tra scaffali di libri e biblioteche e sviluppando un vivo interesse per la scrittura, specialmente quella giornalistica. Nel 2012, si trasferisce in Sicilia immatricolandosi al CdL di Lingue e Culture Europee, Euroamericane e Orientali presso la Facoltà di Scienze Umanistiche a Catania. L'anno successivo, decide di reimmatricolarsi presso la S.D.S di Lingue e Letterature Straniere a Ragusa al CdL di Mediazione Linguistica e Interculturale, dove attualmente studia lingue orientali.

Rimani aggiornato