Attualità Medicina Odontoiatria Ostetricia Ricerca Unict Scienze Biomediche Società

Lotta contro il cancro: l’11 maggio compra l’Alzalea della Ricerca

L’obiettivo di AIRC (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) è aumentare la curabilità di chi è colpito dal cancro e prevenire il numero di persone che ogni anno si ammala. Questa sfida è portata avanti ogni anno e l’11 maggio, in occasione della festa della mamma, l’associazione sarà presente nelle piazze delle nostre città con la campagnaL’Alzalea della Ricerca”, per festeggiare la mamma e trent’anni di progressi nella cura dei tumori femminili. Ventimila volontari, insieme a molti ricercatori, distribuiranno in 3600 piazze circa 600 mila piantine di alzalea, simbolo della battaglia contro i tumori femminili. Basterà un contributo minimo di 15 euro per regalare non solo una pianta a tutte le mamme d’Italia, ma soprattutto un sorriso a tutte le donne che ogni giorno ne chiedono uno con il volto segnato dalla sofferenza.
AIRC grazie ai suoi sostenitori in trent’anni ha offerto un contributo notevole alla ricerca. Il Direttore Scientifico Airc, Maria Ines Colnaghi, sostiene che: «L’investimento di AIRC in questo settore ha superato i 9 milioni di euro. L’obiettivo della giornata dell’Azalea è raccogliere 9 milioni di euro per garantire la continuità di oltre 90 progetti di ricerca già attivi in quest’area».
L’alzalea sarà accompagnata da una pubblicazione in cui saranno presenti i consigli degli esperti da adottare per la prevenzione e la diagnosi dei tumori che colpiscono le donne.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo è a fianco della ricerca per il diciassettesimo anno consecutivo, confermando il suo ruolo di partner istituzionale. Tutti i cittadini possono dare il loro contributo concreto alla ricerca scientifica anche attraverso i servizi messi a disposizione dalla Banca. In questo trentesimo anniversario della campagna, la Banca mette a disposizione uno strumento che facilita la donazione: con il CODICE GRANDE BENEFICIARIO 1138 inserito nel campo “Beneficiario” del bonifico, sarà sufficiente indicare l’importo che si desidera donare e la causale per effettuare un’operazione esente da commissioni.
Con Intesa Sanpaolo è possibile sostenere AIRC attraverso:
– Bonifico su conto corrente intestato ad AIRC IBAN IT14H0306909400100000103528
– Donazione al Bancomat | presso tutti gli sportelli ATM del Gruppo selezionando AIRC dalla lista “Donazioni”.

Tutti i servizi sono esenti da commissioni. Per ulteriori informazioni è possibile consultare www.intesasanpaolo.com.

Da lunedì 5 maggio a sabato 31 maggio è possibile sostenere AIRC nelle ricevitorie Sisal, con una donazione libera oppure giocando la speciale scheda SuperEnalotto – AIRC con due possibilità di donazione, da 2 o 5 euro. Si può donare anche con i Quick Pick dedicati scegliendo fra tre tagli di donazione: 1, 3 e 5 euro. Infine è possibile donare anche giocando gli speciali Sistemi integrali. La ricevuta di gioco attesterà chiaramente l’importo donato a favore della ricerca. Anche i gestori telefonici contribuiscono alla ricerca, infatti è possibile donare al 45594 dal 27 aprile al 12 maggio:
inviando  uno o più SMS  del valore di 1 euro da cellulare personale TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca,
chiamando da telefono fisso scegliendo l’opzione da 5 o 10 euro per i clienti Telecom Italia, Infostrada e Fastweb,
chiamando da telefono fisso per donare 2 euro per i clienti TeleTu e TWT.
I gestori devolveranno l’intero importo ad AIRC.

14BP_AIRC003_Tabellone_250x350.inddLe due aziende, SaldiPrivati ed Eprice, del gruppo Banzai, in occasione dell’Azalea della Ricerca destinano ad AIRC il tre per cento del fatturato delle vendite on-line aperte nel week end sabato 10 e domenica 11 maggio. Eprice inoltre devolve ad AIRC il 3 per cento del fatturato dalla vendita di una selezione di prodotti.

La salute delle donne nell’ultimo trentennio è mutata molto, nonostante l’aumento di alcune forme di cancro si registra un tasso alto di curabilità. Tra le conquiste fatte dalla ricerca scientifica c’è la chirurgia sempre meno invasiva, soprattutto per il cancro al seno, e terapie con effetti collaterali minori. Un elemento importantissimo, che mai deve essere trascurato, è l’attenzione ai fattori psicologici che ha portato allo sviluppo della psiconcologia, un sostegno fondamentale, accanto a quello della cura del corpo. Non bisogna nemmeno dimenticare che tra gli strumenti di prevenzione c’è il vaccino contro il virus del papilloma umano (HPV). Per aiutare il proprio corpo è tuttavia necessario adottare uno stile di vita corretto, abbandonare il fumo, regolare l’alimentazione e diminuire la sedentarietà, infatti questi sono la causa del 70 per cento dei tumori.
Per trovare il punto Azalea della Ricerca nelle città d’Italia si può consultare il sito www.airc.it oppure chiamare al numero speciale 840 001 001.

Contribuire alla Ricerca acquistando un’ alzalea sarà un piccolo gesto che permetterà di porgere la mano a tutte le donne che ogni giorno lottano per poter continuare a vivere e che nonostante le sofferenze non smetteranno mai di credere nella possibilità di affacciarsi nuovamente alla vita. Aiutare la ricerca significa aiutare chi soffre a rinascere nuovamente.

A proposito dell'autore

Agrippina Alessandra Novella

Classe '92 . “Caffè, libri e tetris di parole”, ha definito la vita così, perché sono queste le tre cose che non devono mai mancarle. Legge da quando ha scoperto che i libri le fanno vivere più vite e sin da piccola scrive ovunque, perché le cose quando si scrivono rimangono. Cresciuta a Mineo è rimasta affascinata dagli scrittori che ivi hanno avuto i natali: Paolo Maura, Luigi Capuana e Giuseppe Bonaviri. Laureata in Lettere Classiche, presso l’Università di Catania, attualmente studia Italianistica all'Alma Mater di Bologna. Redattrice e proofreader per LiveUniCT e membro FAI.

Rimani aggiornato