Attualità Ricerca e Scienza

Il MIUR stanzia oltre 47 milioni di euro per i nuovi ricercatori under 40

ricercamiurNovità all’orizzonte per i giovani ricercatori under 40 nella fase iniziale della loro carriera professionale.

Arriva il progetto Sir – Scientific Independence of young Researchers, per iniziativa del Ministro della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza, che in linea con i progetti condotti dall’ERC (European Research Council) è disposta a stanziare oltre 47 milioni di euro a favore dei nuovi cervelli. L’obiettivo è finanziare un programma di ricerca indipendente, da presentare entro e non oltre le ore 14.00 del 13 marzo 2014.  Il bando Sir prevede il finanziamento di progetti svolti da gruppi di ricerca indipendenti e di elevata qualità scientifica sotto il coordinamento di un Principal Investigator (PI), anche lui under 40, che abbia conseguito il suo primo dottorato (o la specializzazione di area medica, in assenza del dottorato) non prima di 6 anni rispetto alla data del bando e deve aver già prodotto almeno una pubblicazione senza la partecipazione del relatore della tesi di dottorato alla data del bando. Il gruppo di ricerca può essere flessibilmente costituito da ricercatori provenienti dalla stessa organizzazione ospite, da organizzazioni diverse o è possibile anche la sola presenza del PI. Gli ambiti scientifici di riferimento riguardano: Scienze della vita, Scienze fisiche e ingegneria, Scienze umanistiche e sociali. Si favoriranno i progetti di natura interdisciplinare, pionieristici, quelli che introducono approcci innovativi o invenzioni scientifiche. La modulistica per la partecipazione sarà pubblicata sia in italiano che in inglese, ma la procedura si svolgerà interamente in lingua inglese.

L’attrattività di un notevole finanziamento intende richiamare l’attenzione e il coinvolgimento dei ricercatori qualitativamente più validi, sia italiani che stranieri. Più volte ci si lamenta che in Italia non vengono stanziati abbastanza fondi per la ricerca e per l’innovazione. Questo progetto si colloca all’interno di una linea programmatica che intende promuovere e sostenere con maggiori risorse (umane ed economiche) il progresso tecnico, scientifico e culturale attraverso la ricerca nel nostro Paese, onde evitare la fuga di tanti giovani all’estero.

Per maggiori info è possibile consultare il bando pubblicato sul sito del Miur.