Ritorna il Festival “Via dei Corti” a Gravina di Catania: tra gli ospiti Brunori e Lipari

Gravina di Catania si trasformerà nel palcoscenico della III Edizione del Festival Via dei Corti, organizzato dal Comune e dalle associazioni Gravina Arte e No_Name.

Un calendario ricco, variegato, aperto a qualsiasi pubblico interessato al cinema a 360 gradi, così è stato presentato alla stampa il programma che si snoderà per queste 5 giornate nella Sala Giunta del Comune. Luogo naturale del Festival sarà l’Auditorium Angelo Musco che aprirà le porte mercoledì 13 dicembre, alle ore 9.00, con il concorso dei Cortometraggi Scolastici che annovera tra i finalisti corti provenienti da tutta Italia (dalle scuole siciliane a quelle del Nord, tra cui Biella e San Dona del Piave) e non solo.

Durante la kermesse, che mira ad attestarsi tra i festival siciliani di primo piano, si terranno ben 16 incontri Campus dedicati al mondo del cinema, dell’arte, della moda e dell’editoria con dei relatori d’eccellenza da Donatella Finocchiaro, Antonio Piazza, Ermete Labbadia, Claudio Masenza, Cono Cinquemani, Antonio Pagliuso, Elio Sofia, Paolo Maria Noseda, Brunori Sas, Vito Oliva, Alessandro Marinaro, Rosario Scuderi, Roberto Lipari e molti altri, non solo due incontri campus  si svolgeranno presso l’area eventi del Centro Commerciale Katané.

Il direttore artistico, Cirino Cristaldi ha affermato: “Bisogna credere nel progetto, malgrado la non eccessiva risposta dal territorio. La macchina organizzativa lavoro sodo ormai da quasi un anno e i risultati cominciano a palesarsi. Sono arrivati da tutto il mondo circa 1.200 corti, da noi esaminati, minuziosamente e con occhio critico. Molte le novità di quest’anno, grandi presenze, brand Trinacria, come Giuseppe Sciacca, Nino Graziano Luca, Ruggero Sardo, Gino Astorina. Quest’anno abbiamo introdotto un Horror Corner, con la proiezione di cortometraggi noir/thriller/horror (venerdì 15, a partire dalle ore 24,00), una Retrospettiva sulla Commedia all’Italiana e, infine, oltre alla tradizionale sezione dedicata ai Corti Internazionali, anche una sezione dedicata a film di produzione siciliana, Film in Sicily, e una sezione dedicata interamente ai Cortometraggi d’Animazione. Inoltre, questa edizione 2017 è dedicata all’Ambiente e ai Cambiamenti Climatici”.

Il presidente dell’associazione Gravina Arte, Marcella Messina ha rilevato che “ci deve essere maggiore attenzione da parte dell’offerta scolastica per quanto riguarda i montaggi e riprese dei video dato che la nostra terra è così ricca di spunti e può dare tante opportunità anche dal punto vista culturale e artistico”.

Il sindaco del Comune di Gravina, Domenico Rapisarda, ha confermato:“La vicinanza di tutta l’amministrazione in questo progetto, formato da una squadra giovane e determinata che segue il detto ‘piccoli passi per grandi obiettivi’  inserendosi come un meraviglioso cristallo nelle attività culturali che si svolgono a Gravina”.

Le giurie tecniche che esamineranno i corti saranno due. Quella che valuterà il Concorso dei Corti Internazionale sarà composta da Claudio Masenza, Giuseppe Sciacca, Nino Graziano Luca, Lucio Di Mauro e Giovanni Ruggeri, mentra la giuria votata a giudicare la Sezione Corti d’Animazione sarà composta da Fabio Schifilliti, Alessandro Marinaro, Ermete Labbadia, Antonio Mannino, Vincenzo Cosentino.

Come ogni edizione, durante le serate di gala che avranno inizio a partire dalle 21,30, all’Auditorium Angelo Musco ci sarà spazio per diverse premiazioni. Si comincierà mercoledì 13 dicembre con il “Premio Globus – Via dei Corti” per la Valorizzazione del Territorio al regista aretuseo Luca Morreale, per poi continuare anche nelle successive serate con tanti altri premi, tra cui quello al “Talento siciliano”, “Una vita per il cinema”, “Arte e  per il Sociale”, “Cantautore dell’anno” e “Premio CineMigrare”. Insomma, programma ricco mi ci ficco: tutti a Gravina dal 13 al 17 dicembre.

Articoli simili


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
“La vedova allegra” al Bellini: biglietti gratuiti per gli studenti universitari

Grazie ad un’intesa tra l’Università e il Teatro Massimo Bellini di Catania, gli studenti universitari e il personale docente e...

Chiudi