Attualità In Copertina

Salute mentale e fisica, per le donne italiane non è una priorità: il report

Secondo il Global Women Health Index 2024, per le donne italiane la salute mentale e fisica e la prevenzione non sono delle priorità: i dati.

Le donne italiane non si prendono cura della propria salute fisica e mentale e la prevenzione non è una loro priorità. È questo l’allarme riguardo l’Italia lanciato da un recente studio sulla condizione di salute delle donne in tutto il mondo. Nel report si è analizzato lo stato di salute delle donne in 143 Paesi del mondo, compresa l’Italia e il risultato non è stato dei più rassicuranti per quanto riguarda il Belpaese. Di seguito, l’analisi dei dati rilevati da Hologic e Gallup riguardo la salute mondiale delle donne nel 2024.

Il report

Come anticipato, il report sulla salute delle donne nel mondo è stato realizzato in cooperazione da Hologic e Gallup. Si tratta del Global Women Health Index 2024, studio dal quale è possibile trarre un ritratto della condizione delle donne nel mondo e nei singoli Paesi. Secondo i dati rilevati a livello globale, lo stato di salute delle donne sulla Terra preoccupa gli specialisti: infatti, in molti casi la prevenzione sanitaria è ignorata e può comportare la morte per gravi malattie.

Inoltre, si sta riscontrando un peggioramento della salute mentale ed emotiva delle donne a livello globale. A tal proposito, va sottolineato che le donne appaiono più esposte alle emozioni negative rispetto alla controparte maschile. In aggiunta, sono in aumento le donne che dichiarano sofferenze rispetto al passato e sempre meno donne hanno la possibilità di avere un tetto sulla testa. Infine, tra i più importanti risultati a livello globale, si è riscontrato che più di 4 donne su 10 tra i 15 e i 24 anni non si sentono al sicuro a camminare da sole per strada la sera.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

La salute delle donne in Italia

Ma quali sono stati i risultati dell’Italia? Secondo quanto rilevato, la condizione del nostro Paese non è delle migliori. Infatti, sebbene in una classifica di 143 Paesi l’Italia si posizioni al 57esimo posto, va precisato che i risultati non sono affatto incoraggianti. Questo perché i punteggi ottenuti dal Belpaese nei vari criteri indicati nel report non sono dei migliori. Basti pensare che il punteggio medio italiano è pari a 56, vale a dire solo 6 punti sopra la sufficienza e a circa 20 Paesi di distanza dall’insufficienza. Infatti, in totale sono 64 gli stati che hanno ottenuto un punteggio medio inferiore a 50.

In particolare, i criteri presi in considerazione nel report per indicare la media sono stati i seguenti:

  • Prevenzione;
  • Salute mentale ed emotiva;
  • Opinioni su salute e sicurezza;
  • Bisogni primari;
  • Salute individuale.

Per quanto riguarda l’Italia, i punteggi ottenuti in questi criteri sono stati quasi tutti al di sotto della media mondiale e della media dei Paesi del G20. L’unica eccezione è stata il risultato per i bisogni primari, in cui l’Italia ha totalizzato 92, a fronte del punteggio medio globale di 67 e del punteggio medio G20 di 74. Inoltre, nel criterio sulla salute individuale, l’Italia ha ottenuto un punteggio pari a 71, a fronte di una media globale pari a 71 e una media G20 pari a 73.

Global Women Health Index 2024

Tuttavia, per i restanti tre criteri, la condizione delle donne italiane è più preoccupante. Sul tema della salute mentale ed emotiva delle donne, il punteggio è pari a 64, a fronte di una media globale di 66 e di una media G20 di 67. Invece, in merito alle opinioni riguardo la salute e la sicurezza, le donne italiane hanno ottenuto un punteggio pari a 68, mentre la media globale è pari a 70 e quella dei Paesi del G20 è pari a 74. Infine, sul tema della prevenzione, l’Italia ha fatto registrare un punteggio bassissimo, pari a 17, a fronte delle altrettanto basse medie globale di 19 e G20 pari a 20.

Dove si sta meglio e dove peggio: la classifica

Ma quali sono i Paesi nel mondo dove le donne vivono una condizione di salute migliore o peggiore? Tra i 56 Paesi del mondo che hanno ottenuto risultati migliori dell’Italia, nella top 10 è possibile individuare ben 6 stati europei, come Repubblica Ceca, Polonia, Danimarca, Svizzera, Germania e Austria. Proprio quest’ultima si trova sul gradino più basso del podio, al cui secondo posto si trova il Kuwait. In cima alla classifica è invece possibile trovare Taiwan, con un punteggio pari a 72. Va considerato che i punteggi della top 10 vanno da 64 fino ai 72 di Taiwan, e quindi ancora ben lontani dal 100.

E quali sono i Paesi dove la condizione di salute delle donne è peggiore? Si premette che dalla classifica dei 143 Paesi l’Ucraina non ha trovato posizione in quanto si è reso difficile trovare un campione sul quale indagare a causa della guerra. Tornando alla classifica, le ultime 10 posizioni sono occupate da stati particolarmente svantaggiati. Tra questi si trovano la Guinea, il Gabon e la Liberia, e ancora il Chad, il Benin e la Repubblica Democratica del Congo. Tuttavia, le ultime tre posizioni sono occupate dalla Repubblica del Congo e dalla Sierra Leone. E, com’era facile immaginare, considerando i fatti di cronaca recenti e degli ultimi tre anni, all’ultimo posto si trova l’Afghanistan.


Endometriosi, la “patologia silente”: l’intervista alla dott.ssa Benintende

Giovani e lettura, in Italia si legge meno quando si cresce: i dati

A proposito dell'autore

Martina Bianchi

Con una laurea magistrale in Global Politics and Euro-Mediterranean Relations e una triennale in Scienze e Lingue per la Comunicazione, coltiva l'interesse per il giornalismo scrivendo per LiveUnict. Appassionata di lingue straniere, fotografia, arte e viaggi, mira ad un futuro nelle Relazioni Internazionali nel campo dei Diritti Umani, in difesa dei più deboli.

Coordina la Redazione di LiveUniCT da Maggio 2022.

Email: m.bianchi@liveunict.com

UNIVERSITÀ DI CATANIA