Attualità

Bonus casalinghe e casalinghi: requisiti e come fare domanda

bonus casalinghe e casalinghi
Bonus casalinghe e casalinghi: ecco in cosa consiste l'agevolazione dedicata a donne e uomini che svolgono lavori domestici.

Bonus casalinghe e casalinghi: prorogata anche per il 2024 l’agevolazione destinata ad aiutare le donne e gli uomini che svolgono i lavori domestici. Da specificare, però, che non si tratta di un contributo finanziario ma consente a chi si trova in questo status di formarsi e acquisire nuove esperienze.

Ecco in cosa consiste il bonus, quali sono i requisiti da rispettare e come si fa per richiederlo.

Bonus casalinghe e casalinghi: cos’è

L’ agevolazione consiste in un finanziamento per gli enti di formazione al fine di erogare corsi gratuiti a chi svolge i lavori domestici e non possiede un lavoro. Si tratta, dunque, di un servizio di formazione per chi resta escluso da possibilità di aggiornamento professionale e di impiego. per gli Enti che dovranno erogare i corsi è compreso tra il limite minimo di 100.000 euro e il limite massimo di 300.000 euro. 

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

Bonus casalinghe e casalinghi: i requisiti

Non tutte o tutti coloro i quali svolgano attività domestiche possono partecipare ai corsi erogato ma solo chi è iscritto all’assicurazione contro gli infortuni domestici presso l’INAIL. Questa deve essere comprovata dal certificato rilasciato dal medesimo Istituto e permanere per tutta la durata del corso di formazione. Non sono, invece, previste limitazioni collegate all’indicatore ISEE.

Bonus casalinghe e casalinghi: come richiederlo

I fondi destinati al bonus per poter attivare i corsi di formazione sono stati richiesti nel 2022 dagli enti interessati. Questi hanno presentato le domande per accedere al bando formazione casalinghe e con il Decreto 10 agosto 2023 sono stati resi noti i progetti beneficiari dei fondi. Gli interessati potranno, quindi, prendere visione degli enti beneficiari del contributo e presentare la domanda di iscrizione. Si potrà, di conseguenza, scegliere quale percorso formativo frequentare, finalizzato ad acquisire delle maggiori competenze per favorire l’accesso nel mondo del lavoro. Uno dei settori più gettonati sarà quello del digitale.


Bonus zanzariere 2024: di cosa si tratta e le ultime novità

UNIVERSITÀ DI CATANIA