News

Caso Ferragni: aperta inchiesta anche a Catania

chiara-ferragni-pandoro
Anche la Procura di Catania ha aperto un fascicolo sull'attuale discusso "caso Ferragni". Di seguito i dettagli.

Il caso Ferragni è ormai noto in tutta Italia: l’Antitrust ha sanzionato l’influencer e la casa dolciaria per la campagna promozionale di Natale 2022 del Pink Christmas, cioè il pandoro che avrebbe dovuto sostenere con i soldi ricavati dalle vendite l’ospedale Regina Margherita di Torino.

Infatti, secondo la pubblicità fatta al prodotto, si era lasciato intendere che acquistandolo si sarebbe sostenuta la ricerca per comprare un nuovo macchinario, ma la somma era in realtà già stata devoluta. La sanzione è di un milione di euro e adesso Chiara Ferragni è, insieme ad Alessandra Balocco, indagata per truffa aggravata.

Altri tre fascicoli sono stati aperti sul fatto, dalle Procure di Vicenza, Bergamo e Catania, trasmessi alla Procura di Milano, la sede competente. Secondo l’agenzia La Presse, sono tutti a modello 45, cioè senza ipotesi di reato e indagati. Il Procuratore milanese, Marcello Viola, li ha assegnati ad Eugenio Fusco, titolare dell’inchiesta sul Pandoro Pink Christmas. La Guardia di Finanza sta nel frattempo valutando le mail e la documentazione acquisita lunedì presso l’azienda di Fossano.


Bonus studenti Erasmus: borse di studio e contributi 2024

Bonus benzina 2024: come funziona e a chi spetta l’agevolazione


UNIVERSITÀ DI CATANIA