Lavoro, stage ed opportunità

Concorsi scuola 2023: i bandi in uscita

concorsi-scuola-2024
Concorsi scuola 2023: sono diversi i bandi in uscita dedicati all'assunzione di migliaia di docenti e personale ATA. Di seguito tutte le informazioni necessarie.

Concorsi scuola 2023: sono diverse le opportunità di quest’anno per docenti e personale ATA. Di seguito le date e tutti i dettagli riguardanti i prossimi bandi in uscita fino al 2024.

Concorsi scuola 2023: i bandi

Il Ministero dell’istruzione e del merito (MIM) prevede migliaia di assunzioni per docenti e personale ATA. In particolare, si tratta di abilitare nuovi insegnanti di scuola secondaria, primaria e dell’infanzia e la stabilizzazione dei precari.

Parte delle assunzioni sarà effettuata utilizzando le graduatorie dei concorsi già banditi dal Ministero dell’Istruzione e conclusi; mentre altri posti di lavoro nelle scuole saranno coperti tramite nuove procedure concorsuali da bandire.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Concorso straordinario-TER per docenti precari

Uno dei concorsi scuola 2023 più interessanti è il concorso per l’immissione in ruolo di docenti precari con 3 anni di servizio, aperto anche ai laureati in possesso dei 24 CFU. L’obiettivo è quello di ricoprire circa 40mila cattedre.

L’uscita del bando è prevista entro la fine di settembre: si attendono, dunque, ulteriori dettagli.


Catania, all’asta 63 mezzi dell’autoparco comunale: come partecipare


Concorsi scuola 2023 per docenti scuola secondaria

Concorso aperto anche ai non abilitati, per l’immissione in ruolo di docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado. Le procedure concorsuali sono aperte anche ai docenti senza abilitazione, fino al 31 dicembre 2024, ossia fino al termine della c.d. fase transitoria.

Si attende, tuttavia, il bando di concorso.

Concorsi scuola 2023 per docenti di sostegno specializzati

Un altro concorso interessante è quello riguardante l’immissione in ruolo di insegnanti di sostegno già in possesso della specializzazione. La procedura è infatti indirizzata a docenti già inseriti nelle GAE e nelle graduatorie di istituto, ma anche a chi sta frequentando i corsi di specializzazione.

Il Ministero dell’Istruzione ha illustrato ai sindacati la bozza del bando relativo alla procedura concorsuale: il concorso sarà nazionale, ma articolato su base regionale. Inoltre, la graduatoria sarà formulata per titoli. L’uscita del bando era inizialmente attesa entro il 2022, ma è slittata al 2023. Si aspettano, dunque, ulteriori novità.