Attualità

Eccesso di mortalità per il caldo, a luglio +7% nel sud Italia: i dati

Nel sud Italia è aumento di mortalità per le alte temperature. Di seguito i dati allarmanti, dal "Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore".

Il caldo torrido delle scorse settimane ha messo a dura prova la popolazione. Temperature che hanno toccato i 47 gradi hanno messo in ginocchio centinaia di persone, dai bambini alle persone più anziane; il caldo afoso ha colpito tutti senza distinzioni.

Nel sud italia si è abituati a temperature calde, ma stavolta è stato diverso; I dati statistici arrivano dal “Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore” del Ministero della Salute.

La mortalità

L’ultima rilevazione risale al 28 luglio c.m. , i risultati allarmanti riportano un eccesso di mortalità del + 7% (Centro Sud).

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

“Il grafico settimanale evidenzia una mortalità in linea o inferiore all’atteso nelle ultime due settimane al Nord, mentre al Centro-Sud si evidenzia una mortalità superiore all’atteso, evidente soprattutto nella fascia di età 75-84 e 85+”,  questo è quanto viene riportato nel rapporto del Ministero della Salute.

Temperature al sud e dati

Le indagini statistiche hanno riportato un incremento della mortalità  del +34% a Catania.

Nelle altre regioni di Italia (Centro-sud) riportiamo: +50% a Bari, +42% a Taranto, +10% a Napoli. Il nord italia ha una mortalità inferiore, si segnala un calo del +14%.

Intervento sanitario emergenza caldo

Il Ministero della Salute dice: “l’impatto contenuto dell’ondata di calore evidenzia che il potenziamento dell’assistenza sanitaria, gli interventi di adattamento previsti dal Piano Nazionale e messi in atto a livello locale, oltre ai comportamenti individuali per ridurre i rischi, sono in grado di proteggere la popolazione riducendo l’impatto sulla salute”

Questa estate torrida ha messo a dura prova anche gli ospedali e le strutture sanitarie; Vi è stata una maggiore richiesta di assistenza medica dovuta al caldo estenuante. I soggetti fragili, i bambini e gli anziani le persone a soffrirne maggiormente.

“I dati — precisa il ministero — saranno aggiornati anche la prossima settimana per tenere conto di ritardi nella notifica e la latenza di 1-3 giorni negli effetti del caldo sulla mortalità”.

 

Meteo Sicilia, bollino arancione per rischio incendi: le zone interessate

UNIVERSITÀ DI CATANIA