Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Carabinieri 2023: assunzioni per laureati

Carabinieri forestale
Concorso Carabinieri 2023: l'Arma è alla ricerca di laureati per assumerli nel loro personale. Ecco tutti i dettagli su prove e scadenze.

Concorso Carabinieri 2023: ottime notizie in arrivo per coloro i quali sono alla ricerca di un impiego nel settore delle forze armate. Infatti, i Carabinieri hanno pubblicato un bando per assumere alcune unità in servizio permanente nel ruolo Forestale. Si tratta di un concorso che mira all’assunzione di personale laureato. Ecco tutti i dettagli in merito alle posizioni aperte, i requisiti, le prove e la scadenza della domanda di partecipazione.

Concorso Carabinieri 2023: posti disponibili

Il concorso dei carabinieri 2023 il cui bando è stato recentemente rilasciato mira all’assunzione in servizio permanente di Tenenti nel ruolo Forestale dell’Arma dei Carabinieri. In particolare, i posti sono suddivisi come segue:

  • 10 posti per i candidati in possesso dei requisiti sotto indicati;
  • 1 posto riservato al coniuge e ai figli superstiti o ai parenti di secondo grado del personale delle Forze Armate, dell’Arma dei Carabinieri e delle Forze di Polizia, deceduto in servizio e per causa di servizio;
  • 2 posti per i militari dell’Arma dei Carabinieri nei ruoli Ispettori, Sovrintendenti, Appuntati, Carabinieri e gli appartenenti ai ruoli forestali degli Ispettori, Sovrintendenti, Appuntati, Carabinieri, Periti, Revisori, Collaboratori e Operatori.

Concorso Forestale 2023: requisiti

Per poter accedere al concorso sarà necessario possedere i requisiti indicati nel bando:

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

  • limite di età a 40, 34 e 32 anni a seconda della categoria di appartenenza;
  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici.

In aggiunta, tra tutti i requisiti previsti nel bando sono presenti anche i seguenti:

  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione o licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni;
  • non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione di pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, né trovarsi in situazioni incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di Ufficiale dell’Arma dei carabinieri
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • non essere stati dichiarati inidonei all’avanzamento o non avervi rinunciato negli ultimi 5 anni di servizio (solo se militari in servizio permanente);
  • non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione Repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • se concorrenti di sesso maschile, non aver prestato servizio sostitutivo civile, a meno che abbiano presentato apposita dichiarazione irrevocabile di rinuncia allo status di obiettore di coscienza presso l’Ufficio Nazionale per il servizio civile non prima che siano decorsi almeno cinque anni dalla data in cui sono stati collocati in congedo;
  • idoneità psico-fisica e attitudinale al servizio militare incondizionato quali ufficiali in servizio permanente dell’Arma dei carabinieri, da accertarsi con le modalità indicate nel bando;
  • requisiti di moralità e condotta stabiliti per l’ammissione ai concorsi nella Magistratura ordinaria.

Titoli di studio

Inoltre, è richiesto il possesso di un titolo di studio di laurea magistrale tra le seguenti opzioni:

  • scienze e tecnologie agrarie (LM-69);
  • scienze e tecnologie alimentari (LM-70);
  • scienze e tecnologie forestali ed ambientali (LM-73);
  • scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio (LM-75);
  • scienze zootecniche e tecnologie animali (LM-86);
  • architettura del paesaggio (LM-03);
  • architettura e ingegneria edile-architettura (LM-04);
  • giurisprudenza (LMG-01);
  • scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63);
  • ingegneria civile (LM-23);
  • ingegneria dei sistemi edilizi (LM-24);
  • ingegneria della sicurezza (LM-26);
  • ingegneria per l’ambiente e il territorio (LM-35);
  • pianificazione territoriale urbanistica e ambientale (LM-48);
  • biologia (LM-6);
  • biotecnologie agrarie (LM-7);
  • scienze della natura (LM-60);
  • scienze e tecnologie geologiche (LM-74);
  • scienze geofisiche (LM-79).

Per la lista completa dei requisiti richiesti, anche a seconda delle categorie di appartenenza, si rimanda alla lettura del bando completo.

Prove di selezione e scadenza

Il concorso carabinieri 2023 in questione prevederà diverse fasi di valutazione. In particolare è possibile che venga stabilita una prova di preselezione, in aggiunta alle seguenti valutazioni già previste:

  • prova scritta;
  • valutazione dei titoli di merito;
  • prove di efficienza fisica;
  • accertamenti psico-fisici;
  • accertamenti attitudinali;
  • prova orale;
  • prova facoltativa di lingua straniera.

Infine, si ricorda che per poter presentare la propria candidatura è necessario fare domanda per via telematica attraverso l’apposita procedura online, entro il giorno 14 luglio 2023. Per tutti gli ulteriori dettagli sul concorso si rimanda alla lettura del bando integrale.

Concorso Inps 2023, 7mila assunzioni entro l’anno: le figure ricercate