Eventi

Sicilia e turismo: approvato calendario eventi fino a dicembre 2023

rappresentazioni-classiche-siracusa
Approvato il calendario degli eventi in Sicilia che si terranno fino a dicembre 2023: si tratta di un "presupposto essenziale per la promozione turistica".

Da aprile a dicembre 2023, in Sicilia sono previsti numerosi eventi come spettacoli teatrali, rassegne musicali, cinematografiche e gastronomiche, gare sportive e feste religiose. Tutti questi sono stati inseriti nel calendario delle manifestazioni di grande richiamo turistico adottato dalla Regione Siciliana tramite un decreto firmato dall’assessore al Turismo, Elvira Amata.

Si tratta di uno strumento di strategica rilevanza previsto dalle normative vigenti – ha detto Amata – che costituisce il presupposto essenziale per la programmazione assessoriale e più in generale per la promozione turistica“.

Le finalità del calendario sono esclusivamente promozionali: questo comprende manifestazioni individuate in base al richiamo che hanno nel settore del turismo.

Gli eventi previsti nel mese di aprile inseriti nel calendario sono quelli per la Settimana Santa di Enna, Caltanissetta e Trapani. Tra le manifestazioni da maggio ad agosto, invece, sono state inserite le rappresentazioni classiche di Siracusa, la 107esima Targa Florio, la Fiera Mediterranea del Cavallo, il Taormina Film Fest, Taobuk, le Orestiadi di Gibellina, il Sicilia Jazz Festival, e ancora la festa di San Giorgio a Ragusa e quella di San Calogero ad Agrigento, il Festino di Santa Rosalia a Palermo e la festa della Vara a Messina.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Tra gli eventi da settembre a dicembre si ricrdano il Cous Cous Fest, il Bellini International Context, la Settimana di Musica Sacra di Monreale, le Vie dei Tesori, la Coppa degli Assi, la Targa Florio Classica e la festa di Santa Lucia a Siracusa.

“Continueremo a dotarci del calendario per gli anni 2024 e 2025 – ha dichiarato l’esonente del governo Schifani – e qui sta l’importanza di una pianificazione almeno biennale, individuando le manifestazioni da inserire attraverso un apposito avviso pubblico”.

Si ricorda che il decreto che contiene il calendario è disponibile sul portale istituzionale della Regione Siciliana.