News Sicilia

Sicilia, identificato il giovane carbonizzato: suicidio tra le ipotesi

carabinieri
Foto d'archivio.
Si continua ad indagare sul giallo del giovane trovato carbonizzato in Sicilia: gli investigatori ipotizzano i suicidio senza escludere la pista del bullismo.

È stato identificato il giovane che stamattina è stato trovato carbonizzato a Merì, in provincia di Messina: si tratta di un ragazzo di 16 anni di origine marocchina, ritrovato cadavere nei pressi dello Stadio, in piazza Italia ’90. Per approfondire le indagini sul caso, sul posto sono intervenuti i Ris dei Carabinieri che hanno disposto l’autopsia sul corpo del giovane e al momento non si esclude la pista del suicidio.

Tuttavia, è stata formulata anche l’ipotesi che il bullismo sia la motivazione dietro il gesto del ragazzo. A tal proposito, i carabinieri hanno ascoltato i familiari del giovane che si sarebbe dato fuoco, i quali non hanno una spiegazione che possa aver spinto il ragazzo a compiere un gesto simile. Nel frattempo, i Carabinieri hanno interrogato anche i compagni di classe e gli amici del giovane, che di recente aveva cambiato scuola, cercando di carpire informazioni utili a spiegare cosa è successo e se il ragazzo è stato vittima di atti di bullismo.

 Sicilia, trovato cadavere carbonizzato sulla strada: indagini in corso

UNIVERSITÀ DI CATANIA