Università in pillole

Manovra 2023, più soldi per borse di studio e alloggi per studenti fuorisede: i dettagli

borse di studio
La Manovra stanzia diversi milioni per la concessione di borse di studio. E non solo.

Il nuovo Governo mirerebbe, tra il resto, ad accrescere il numero di borse di studio, oltre che ad ampliare la platea dei beneficiari. Di fatto la Manovra stanzia ulteriori 500 milioni di euro per il biennio 2024-2025 sul Fondo integrativo statale per la concessione di borse di studio: a confermarlo è la stessa Anna Maria Bernini, Ministra dell’Università e della Ricerca.

“In Legge di Bilancio – ha dichiarato Anna Maria Bernini – incrementiamo di altri 500 milioni di euro per il biennio 2024-2025 il Fondo integrativo statale per la concessione di borse di studio”.

Secondo le ultime indiscrezioni, l’obiettivo del Ministero sarebbe chiaro: incrementare di oltre 700 euro ciascuna borsa di studio. Si mira, inoltre, a far sì che entro l’ultimo trimestre del 2023 almeno 300.000 studenti possano beneficiare di una borsa di studio per l’accesso all’università.

Ma non è tutto. La Legge di Bilancio prevede anche 300 milioni da riservare agli alloggi degli studenti fuorisede.

Le condizioni economiche – ha continuato la Ministra – non possono essere un ostacolo alla crescita degli studenti. Per questo accanto al considerevole aumento dei posti letto legati al Pnrr, con la legge di bilancio 2023 mettiamo a disposizione ulteriori 300 milioni di euro per gli alloggi.

Inoltre, per sostenere gli affitti degli studenti fuorisede iscritti alle università statali – ha concluso – , vogliamo istituire per il prossimo anno un fondo analogo a quello del 2021, che dovrebbe coprire una platea di 10mila beneficiari“.

Università di Catania