Politica

Elezioni politiche 2022: i partiti più votati al Sud e in Sicilia

Elezioni politiche 2022, i dati per regione: quali partiti sono stati vincitori nelle diverse parti d'Italia? E chi ha ottenuto il maggior numero di voti al Sud e in Sicilia?

Elezioni politiche 2022: l’esito delle votazioni in Italia sta attirando l’attenzione dell’intera popolazione. Ma quali sono state le preferenze espresse al Sud e in Sicilia? Ecco i partiti più votati e le rispettive percentuali per il Mezzogiorno secondo i risultati parziali caricati finora sul portale ufficiale Eligendo.

Elezioni politiche 2022: i partiti più votati in Sicilia

I dati riportati su Eligendo per la regione Siciliana relativamente alla Camera sono suddivisi in Sicilia 1 e Sicilia 2, intendendo con la prima la parte occidentale dell’Isola e con la seconda quella orientale.

Sicilia Occidentale

Iniziando dai risultati riportati per Sicilia 1, per la Camera, risulta vincitrice la coalizione di Centrodestra, con una percentuale del 35,21%. Tuttavia, non si tratta del partito che ha ottenuto il maggior numero di voti. Infatti, la percentuale del Centrodestra è ripartita tra i 4 partiti che compongono la coalizione come segue: 17,96% Fratelli d’Italia, 11,54% Forza Italia, 4,73% Lega e 0,98% per Noi Moderati.

Il Movimento 5 Stelle ha invece ottenuto da solo il 30,69% dei voti, ottenendo il titolo di partito più votato. Segue la coalizione di Partito Democratico, Verdi e Sinistra, +Europa e Impegno Civico, che ottiene 17,37% nel complesso. Nello specifico, il 12,48% è del PD, il 2,22% dell’Alleanza Verdi e Sinistra, l’1,91% di +Europa e lo 0,77% per Impegno Civico.

Infine, Sud chiama Nord ha ottenuto il 7,99%, il Terzo Polo di Azione e Italia Viva il 5,18%, 1,56% per Italexit, 1,13% per Italia Sovrana e Popolare e 0,87% per Unione Popolare.

Sicilia Orientale

Per quanto riguarda i dati della parte Orientale dell’Isola, anche il questo caso la coalizione di Centrodestra ha ottenuto il maggior numero di voti nel complesso con il 37,12%. Nello specifico, Fratelli d’Italia è il partito più votato con il 20,18%, seguito da Forza Italia con il 10,89%, Lega con il 5,33% e Noi Moderati con lo 0,72%.

Tuttavia, ancora una volta, il partito più votato è il Movimento 5 Stelle, che da solo ha ottenuto il 26,05% dei voti. Segue la coalizione di Sinistra con il 15,78% dei voti nel complesso e suddivisi come segue: 11,45% per il PD, 1,97% per Alleanza Verdi e Sinistra, 1,59% per +Europa e lo 0,77% per Impegno Civico.

Il partito Sud Chiama Nord ha ottenuto il 12,24% seguito dal Terzo Polo di Azione e Italia Viva che ha ottenuto il 4,60%, l’1,90% per Italexit, 1,02% per Italia Sovrana e Popolare, lo 0,95% per Unione Popolare e lo 0,34% per Vita.

Senato – Sicilia

Per quanto riguarda il Senato, in questo caso i voti sono unici da parte della Sicilia e non risulta alcuna suddivisione dai risultati parziali di Eligendo. La maggioranza è ancora una volta della coalizione di centrodestra, che ottiene nel complesso il 35,16%. Nello specifico, Fratelli d’Italia ha ottenuto il 18,46%, Forza Italia il 10,74%, Lega il 5,12% e Noi Moderati 0,84%.

Il partito più votato risulta ancora una volta essere il Movimento 5 Stelle con il 27,16%, segue la coalizione di sinistra, che nel complesso ottiene il 16%. Nello specifico, il PD ha ottenuto l’11,78%, il 2,01% è di Alleanza Verdi e Sinistra, l’1,57% per +Europa, e lo 0,64% per Impegno Civico. A seguire, Sud chiama Nord ha ottenuto il 13,25% e il Terzo Polo di Azione e Italia Viva ha ottenuto il 4,47%.

Infine, si trovano Italexit con l’1,63%, con 1,02% Italia Sovrana e Popolare, lo 0,83% per Unione Popolare, lo 0,38% per Vita e lo 0,11% per Alternativa per l’Italia.

Elezioni politiche 2022: i risultati al Sud

Per quanto riguarda il Mezzogiorno, secondo quanto riportato da Ansa in merito ai risultati parziali, il partito più votato al Sud e nelle Isole è il Movimento 5 Stelle. Infatti, il primato dei voti ai 5 Stelle è indicato per sette regioni, tutte al Sud Italia: Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

In tutte le regioni, laddove non è il primo partito, Fratelli d’Italia si piazza comunque al secondo posto: fa eccezione solo la Campania, con M5s primo partito e il Pd secondo. Nel dettaglio, in Basilicata M5s è il primo partito (24,75) e stacca di circa 6 punti FdI; in Calabria M5s (29,53) stacca di circa 10 punti FdI; in Campania 1 M5s (41,34) stacca di circa 27 punti il Pd secondo partito; in Campania 2 M5s (27,68) stacca di circa 6 punti FdI; in Puglia M5s (27,97) stacca di circa 4 punti FdI; in Sardegna M5s (26,35), stacca di circa 3 punti FdI; in Sicilia 1 M5s (30,62) stacca di circa 13 punti FdI; in Sicilia 2 M5s (26), stacca di circa 6 punti FdI.

In aggiornamento…

Università di Catania