Università in pillole

Test medicina 2022, in arrivo cambiamenti: le ultime notizie

Test medicina 2022 verso un cambiamento che apre le porte alla rivoluzione del 2023. Scompare il maxi quizzone con domande di cultura generale. Le ultime notizie.

Il test medicina 2022 rappresenterà il primo passo di una rivoluzione nelle modalità di ammissione al corso di laurea in Medicina. Come da anni gli studenti aspiranti medici auspicavano, il maxi-quiz con domande a sorpresa non sarà più presente dal settembre di quest’anno e, dal 2023, ci sarà una vera e propria rivoluzione nelle modalità di selezione dei candidati.

A restare è il numero programmato, ma al posto delle modalità attuali ci sarà un percorso su misura che gli studenti potranno già iniziare dalle scuole superiori, gratuito e che permetterà di accedere ad un test autovalutativo.

Test medicina 2022: cosa cambia da settembre

Il primo passo verso un cambio radicale delle modalità inizierà da quest’anno. Il test sarà anche quest’anno in presenza e cartaceo, ma con la parte dedicata alla cultura generale assente o fortemente ridimensionata. Avranno invece un peso più rilevante la parte relativa al ragionamento logico, una parte inoltre sarà dedicata a quello numerico e un’altra ancora alle discipline umanistiche.

La seconda parte del test verterà poi su domande di fisica, chimica, biologica e matematica. Dunque, almeno per quest’anno, la modalità del quiz resterà vigente e gli studenti che vorranno entrare nelle facoltà di medicina d’Italia dovrà prepararsi per tempo.

Test medicina 2022: cosa cambia dal prossimo anno

Ma questa tipologia di test verrà definitivamente superata nel 2023. Resterà certamente il numero programmato per quella che è la facoltà più ambita, ma al posto del quizzone ci sarà un percorso su misura. A partire dal quarto anno di superiori ci sarà un vero e proprio percorso di lunga durata: infatti si potrà cominciare con corsi online gratuiti preparati dalle università e conseguenti prove di autovalutazione.

Alla fine ci sarà un esame Tolc (Test OnLine CISIA) da poter sostenere anche due volte l’anno negli ultimi due anni delle superiori. Il risultato migliore dei test eseguiti poi verrà inserito nella graduatoria nazionale. Così si potrà partecipare alla selezione nazionale per le facoltà di medicina.

Test medicina 2022: i posti e le date

Ma già dal settembre di quest’anno ci sarà una notizia positiva per tutti gli aspiranti: i posti disponibili salgono e passano da 14.500 attuali a 15.000. Per quanto riguarda le date poi, nelle prossime settimane il Ministero dell’Università dovrebbe comunicare quelle relative alle prove d’ammissione dei corsi a numero programmato nazionale di settembre, come il test medicina, quello di professioni sanitarie, l’IMAT e veterinaria.

 Test Medicina, nuovo meccanismo di selezione e più posti: ok dalla Camera