Attualità

Bonus idrico, al via domande per richiedere il rimborso: come fare

bonus idrico
Bonus idrico, al via da domani alle richieste di rimborso. Ecco a chi spetta e come fare domanda.

Bonus idrico: da domani, 17 febbraio 2022, sarà possibile presentare online le domande per richiederlo. Il bonus idrico è stato pensato dal governo per “favorire il risparmio di risorse idriche“. Ricordiamo che le istanze di rimborso  saranno ammesse fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili e che gli interventi di sostituzione  devono essere avvenuti tra l’1 gennaio e il 31 dicembre 2021. Ecco tutte le informazioni e come fare domanda.

Bonus idrico: come fare richiesta

A partire dalle ore 12 di domani, giovedì 17 febbraio, sarà possibile presentare online le domande per richiedere il bonus idrico. Dato che il rimborso è fino ad esaurimento delle risorse è molto importante l’ordine di arrivo delle domande.

La domanda deve essere effettuata tramite un’apposita piattaforma online ideata e messa a punto dal Ministero della Transizione Ecologica. Ovviamente le domande dovranno essere “correttamente compilate e corredate dalla necessaria documentazione”. Il rimborso verrà, quindi, escluso ove la richiesta risulti incompleta di informazioni e/o degli allegati richiesti.

Per poter fare domanda occorre essere in possesso dello Spid oppure della Carta d’Identità Elettronica. Per ulteriori informazioni o dubbi è stato messo a disposizione un call center.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Bonus idrico: come funziona

Esso consiste in un rimborso di massimo 1000 euro  per le spese che sono state sostenute nel 2021 per gli interventi di efficientamento idrico.

Il Ministero ha, infatti, spiegato che esso è “riconosciuto nel limite massimo di 1.000 euro per ciascun beneficiario e può essere richiesto per una sola volta, per un solo immobile, per le spese effettivamente sostenute per gli interventi di efficientamento idrico“.

A chi spetta?

Il bonus idrico spetta a tutte le persone fisiche residenti in Italia, che nel corso del 2021 hanno sostituito su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari:

  • i sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto;
  • la rubinetteria, i soffioni e le colonne doccia con nuovi apparecchi a flusso d’acqua limitato.

 Bonus psicologo: come funziona e a chi spetta