Attualità

Bonus asilo nido, domande in scadenza: i requisiti

Bonus asilo nido: domande in scadenza per richiedere il sussidio. C'è tempo fino alle ore 23:59 di domani, 31 dicembre. Novità riguardanti anche l'assegno unico.

I tempi per richiedere il bonus asilo nido sono ristretti. Infatti, c’è tempo fino alle 23:59 del 31 dicembre per richiedere il sussidio che verrà assorbito a partire dal 2022 dall’assegno unico universale per i figli. L’assegno partirà dal prossimo marzo 2022 e assorbirà gli assegni per il nucleo familiare, gli assegni familiari, le detrazioni per i figli a carico, il premio nascita e il bonus bebè.

Come presentare le domande

A partire dal mese di gennaio 2022 potrà essere presentata la domanda per usufruire dell’assegno unico sulla base di un format semplificato inserendo le informazioni utili per procedere all’erogazione delle somme spettanti a partire dalla fine del mese di marzo.

L’Inps corrisponderà l’assegno al richiedente o in pari misura tra coloro che esercitano la responsabilità genitoriale. In caso i genitori separati, l’assegno spetterà al genitore affidatario.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

I requisiti

Per poter accedere al bonus asilo nido si dovrà essere in possesso di alcuni requisiti fondamentali:

  • cittadinanza italiana;
  • cittadinanza UE;
  • presso di soggiorno UE per soggiornati a lungo termine;
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea;
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea;
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
  • residenza in Italia;

Per quanto riguarda il contributo bonus asilo nido, il genitore richiedente deve essere il genitore che paga la retta.

Bonus asilo nido: limite Isee

Per poter usufruire del bonus è necessario essere in possesso dell’attestazione Isee. I nuclei che hanno un Isee di massimo 15mila euro riceveranno per i minorenni a carico 175 euro e per i maggiorenni dai 18 ai 21 anni 85 euro. Invece, se l’Isee raggiunge o supera i 40mila euro spetteranno 50 euro per ogni figlio a carico.  L’incentivo ammonterà a 360 euro in alcuni casi particolari: se si ha un figlio disabile, se la madre ha meno di 21 anni o se entrambi i genitori lavorano ed hanno un reddito massimo di 15 mila euro.

 Bonus 2022, quali sono: tutte le misure approvate e non