Catania

Crollo al Boggio Lera di Catania, Lagalla: “Mai richiesta ristrutturazione”

boggio lera tetto
Il Boggio Lera di Catania è inagibile, dopo il crollo che si è verificato nei giorni scorsi: interviene l'assessore regionale Lagalla. Ecco cosa ha detto.

Le piogge ed i temporali che negli ultimi giorni si sono abbattuti in Sicilia hanno determinato l’inagibilità dell’edificio scolastico che ospita il liceo ‘Enrico Boggio Lera’ di Catania. Nell’istituto, infatti, è crollata una parte del tetto.

In merito all’accaduto, è intervenuto l’assessore regionale all’Istruzione e alla formazione professionale, Roberto Lagalla: il crollo del tetto ha reso evidente la necessità di un intervento d’urgenza per rendere nuovamente agibile la scuola e garantire un ambiente sicuro agli studenti. A sottolineare l’urgenza, anche una protesta studentesca nelle ultime ore.

“Urge tuttavia chiarire che ad oggi, presso gli uffici dell’assessorato, non si rinviene alcuna richiesta di ristrutturazione di quell’edificio scolastico, nonostante i fondi regionali disposti negli ultimi anni a supporto dell’edilizia scolastica”, dichiara l’assessore regionale Lagalla.

Esprimo, in ogni caso, massima disponibilità alla Città metropolitana – dice ancora l’assessore – per contribuire a sostenere i necessari e più immediati interventi d’urgenza. Tengo a ribadire che la progressiva riqualificazione del patrimonio edilizio della scuola siciliana è stata sin dall’inizio una delle priorità del governo Musumeci e, di fatto, sono stati investiti oltre 500 milioni di euro, tra risorse regionali, statali e comunitarie, per oltre 1500 interventi finalizzati all’adeguamento strutturale, energetico, impiantistico, sismico e di messa in sicurezza”.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

E ancora: “È chiaro che il quadro ereditato, così in Sicilia come nel resto del Paese, è estremamente complesso- dichiara inoltre Lagalla– e il processo di rinnovamento, ancora in corso, per la sua piena realizzazione necessita di grande e piena collaborazione da parte degli enti locali“.